MERCOLEDÌ 13 MAGGIO 2015, 13:16, IN TERRIS

YEMEN, I RIBELLI SCIITI VIOLANO IL CESSATE IL FUOCO

La tregua umanitaria proposta dall'Arabia Saudita era iniziata ieri sera

REDAZIONE
YEMEN, I RIBELLI SCIITI VIOLANO IL CESSATE IL FUOCO
YEMEN, I RIBELLI SCIITI VIOLANO IL CESSATE IL FUOCO
Dopo il raid della coalizione a guida saudita degli scorsi giorni in Yemen, che aveva causato la morte di 90 persone, mentre altre 300 erano state ferite, è entrata in vigore da martedì sera la tregua umanitaria proposta dall'Arabia Saudita e dai Paesi alleati. Alle 23 ora locale (le 22 in Italia) sono cessati i raid aerei sauditi anche se qualche ora dopo è stata registrata una prima violazione del cessate il fuoco. Secondo quanto riferisce Al Jazeera, i ribelli sciiti dell'imam Abdel Malik al Houthi avrebbero lanciato alcuni missili su una zona residenziale di Taiz, a sud di Sana'a. Violazioni simili si sono verificate anche a Dalia, nel sud del paese, e a Mareb nell'est. Inoltre si registra che subito dopo l'inizio della tregua un folto gruppo di miliziani sciiti ha tentato di assaltare la citta' di Dalia ma i miliziani fedeli al presidente Abde Rabbo Mansur Hadi sono riusciti a respingerli.

Nel frattempo il ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, ha invitato le Nazioni Unite a trovare una soluzione politica alla crisi nel Paese per fermare i raid aerei della coalizione guidata dall'Arabia saudita. In una conversazione telefonica con il segretario generale dell'Onu, Ban Ki-moon, il capo della diplomazia iraniana ha detto che "i crimini commessi contro il popolo yemenita sono una chiara violazione del diritto internazionale". Inoltre Zarif ha sottolineato che questi crimini hanno incentivato la nascita di gruppi estremisti e terroristi, aumentando così la già delicata situazione umanitaria. "La soluzione alla crisi in Yemen - ha detto Zarif - è solo politica e passa attraverso la formazione di un governo inclusivo, con l'aiuto di tutte le forze politiche, senza l'interferenza dei paesi stranieri. La soluzione militare non giova a nessuno".

Il nuovo inviato delle Nazioni Unite per lo Yemen è arrivato ieri nella capitale Sana'a a poche ore dall'inizio della tregua di cinque giorni scattata nella notte. Ahmed dovrà cercare di ripristinare il dialogo politico interrotto quando il presidente Abd Rabbo Mansour Hadi è fuggito dal paese lo scorso febbraio.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Andrea La Rosa
MILANO

Trovato morto l'ex calciatore La Rosa

Il 35enne era scomparso lo scorso 16 novembre: il suo corpo è stato rinvenuto nel bagliaio di un'auto
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Mai mentito al Parlamento"

Presidente della Consob: "Parlai della questione con lei"
Le
F1

Niente più "ombrelline" sulla griglia di partenza

Chase Carey: "Una giusta decisione per il futuro dello sport è necessaria"
Il premier italiano, Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Le quote obbligatorie sono il minimo sindacale”

Il Premier al termine del V4: "Serve più impegno da parte della Ue"
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
Papa Francesco in piazza San Pietro
PAPA FRANCESCO

"Educhiamo i giovani all'arte del dialogo"

Ricevuti gli ambasciatori di Yemen, Nuova Zelanda, Swaziland, Azerbaijan, Ciad, Liechtenstein e India presso la Santa Sede
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso