VENERDÌ 21 OTTOBRE 2016, 000:38, IN TERRIS

Venezuela, bloccata la raccolta di firme per il referendum contro Maduro

Inoltre, all'inizio di ottobre, il presidente Maduro aveva annunciato la cancellazione di tutti gli appuntamenti elettorali previsti per il 2016 e per il 2017

AUTORE OSPITE
Venezuela, bloccata la raccolta di firme per il referendum contro Maduro
Venezuela, bloccata la raccolta di firme per il referendum contro Maduro
Il Consiglio Nazionale Elettorale, il Cne, del Venezuela ha deciso di bloccare la raccolta di firme necessarie per la richiesta di referendum per ottenere la revoca del mandato presidenziale a Nicolas Maduro. Già nei giorni scorsi, in quattro stati, i tribunali avevano sospeso la raccolta delle firme, spiegando che la loro decisione era dovuta a dei presunti brogli. Immediate le proteste dell'opposizione che - oltre ad aver accusato Maduro per il collasso economico del Paese - ha definito la decisione del Cne incostituzionale.

Henrique Capriles, principale leader dell'opposizione ed ex candidato alle presidenziali, ha affermato dal canto suo che la giustizia ha emesso un'interdizione a uscire dal territorio a nei suoi confronti e in quelli di altri sette dirigenti del Tavolo dell'Unità Democratica.

Inoltre, all'inizio di ottobre, il presidente Maduro aveva annunciato la cancellazione di tutti gli appuntamenti elettorali previsti per il 2016 e per il 2017,sostenendo che ora l'unica priorità è soltanto quella di affrontare la grave crisi che ha colpito il Paese.

La campagna sarebbe dovuta partire il 27 ottobre. Ci voglio almeno 4 milioni di firme, ossia l’assenso del 20% dell’elettorato per ottenere il voto. Per arrivare a questo, in una fase precedente, deve essersi espresso a favore del referendum almeno l’1% degli aventi diritto. Queste firme sono state presentate ma diversi tribunali locali avrebbero trovato irregolarità, da qui l’accusa di frode.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SALUTE E POLEMICHE

Vaccini obbligatori: decreto legittimo

La Corte costituzionale ha respinto i ricorsi presentati dalla Regione Veneto
Carlo Calenda
ALITALIA

Calenda: "Offerta Lufthansa va migliorata"

Il ministro dello Sviluppo economico a 'Circo Massimo': "Collegamenti più efficienti possibile"
La portaerei USS Ronald Reagan, dove il velivolo era diretto
GIAPPONE

Aereo militare Usa precipita nel Pacifico

A bordo c'erano 11 passeggeri: recuperati in 8, stanno bene. L'incidente a sud-est di Okinawa
CORLEONE

Salma di Riina tumulata. Nessun funerale

Ad accompagnare il feretro alcuni parenti. Il prete ha dato una benedizione
Saad Hariri
LIBANO

Hariri rientrato a Beirut

Il premier ha partecipato alla festa dell'indipendenza. Dubbi sul suo futuro
Silvio Berlusconi
STRASBURGO

Berlusconi candidato: la Corte europea decide

Udienza sul ricorso presentato nel 2013 dal Cavaliere contro gli effetti della Legge Severino
La piramide di Cheope
EGITTO

Il trono di Cheope in una stanza segreta della piramide

L'archeoastronomo Magli ha suggerito di tentare una nuova esplorazione della piramide con l'ausilio di un robot
I fotogrammi della drammatica fuga del disertore
COREA DEL NORD

Disertore inseguito oltre confine: violato l'armistizio

Il fuggitivo nordcoreano è stato colpito 5 volte e rincorso nella zona demilitarizzata