SABATO 27 GIUGNO 2015, 13:30, IN TERRIS

USA: IL MATRIMONIO GAY E' LEGALE IN TUTTI GLI STATI

Forte l'impatto della decisione presa dalla Corte Suprema

AUTORE OSPITE
USA: IL MATRIMONIO GAY E' LEGALE IN TUTTI GLI STATI
USA: IL MATRIMONIO GAY E' LEGALE IN TUTTI GLI STATI
Svolte color arcobaleno investono gli Stati Uniti: la Corte Suprema ha reso incostituzionali le leggi statali che vietano il matrimonio gay, rendendolo di fatto legale in tutto il Paese. La decisione è stata presa con un solo voto di scarto, erano infatti 5 i giudici favorevoli e 4 i contrari: è stato stabilito che in base al quattordicesimo emendamento della Costituzione americana – quello sull’uguaglianza di tutti i cittadini davanti alla legge – gli stati devono permettere a tutti i cittadini di sposarsi con chi vogliono e riconoscere i matrimoni gay celebrati fuori dai loro confini, mentre i divieti dei matrimoni gay sono incostituzionali. Alcuni stati che fino a poco fa proibivano il matrimonio omosessuale hanno iniziato ad avviare le pratiche per celebrarne i primi.

Di sicuro la sentenza ha avuto un forte impatto, anche se non è una novità totale per la confederazione di Stati. Infatti, già in 37 Paesi americani era legale il matrimonio tra persone dello stesso sesso, ed era già riconosciuto dal governo federale, ma ora è possibile sposarsi con chi si preferisce e vederne riconosciuti i diritti in tutti gli Stati Uniti, anche nei 13 in cui era esplicitamente vietato.

Entusiasta il presidente Barack Obama, commentando la sentenza come “una vittoria per l’America”. Obama ha aggiunto che “quando tutti gli americani sono trattati in maniera uguale, siamo tutti più liberi”. Nonostante i commenti positivi ci vorrà del tempo per vedere se questa non sia solo l’ultima falsa libertà americana. Secondo un sondaggio di Gallup, dal 1996 al 2014 i cittadini amercani favorevoli alla legalizzazione dei matrimoni gay sono passati dal 27 al 55%. L’amministrazione democratica di Obana è favorevole all’equiparazione tra matrimonio omosessuale e eterosessuale già dal 2011.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia
Il Muro del Pianto
GERUSALEMME

La Casa Bianca: "Il Muro del Pianto è parte di Israele"

Fonti dell'amministrazione: "Impensabile uno scenario diverso". Scontri e morti nella regione