GIOVEDÌ 27 GIUGNO 2019, 07:25, IN TERRIS

MESSICO - USA

Usa, migranti: funzionari contro Trump

La pratica del "Remain in Mexico" è "contraria alla morale del Paese"

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Migrante messicano
Migrante messicano
I

funzionari che si occupano delle richieste di asilo negli Usa si sono mobilitati contro il presidente statunitense Donald Trump. Nello specifico, i funzionari chiedono alla Corte d'Appello di fermare l'iniziativa dell'amministrazione Trump di costringere i migranti a restare in Messico mentre attendono le loro udienze per l'asilo negli Usa. Lo riporta il Washington Post, sottolineando che i funzionari valutano la politica, conosciuta con il nome di "Remain in Mexico", come "contraria alla morale del Paese e agli obblighi legali nazionali e Internazionali". 


Remain in Mexico

Dalla fine dello scorso gennaio, l'amministrazione Trump ha rimandato indietro alcuni richiedenti asilo centroamericani per farli attendere in Messico mentre i loro casi vengono trattati in America. È una risposta senza precedenti a ciò che l'amministrazione Trump considera il suo più grande problema: il fatto che un numero crescente di persone arrivi negli Stati Uniti senza documenti che non possono essere sommariamente detenuti e deportati. Mandandoli ad aspettare in Messico, l'amministrazione sta permettendo loro di seguire casi giudiziari negli Stati Uniti ma senza ammetterli all'interno dei confini Usa. È un cambiamento fondamentale nella politica di asilo che, nella legge statunitense, è una protezione legale da rivendicare mentre si sta sul suolo americano. Invece, molti migranti devono aspettare in rifugi sottofinanziati a Tijuana o sovraffollati a Ciudad Juarez, città messicane non sicure dove i migranti centroamericani possono essere particolarmente vulnerabili. 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SANITÀ

Il primo ospedale a misura di donna

Esordio a Milano della struttura "rosa" ispirata al Brigham and Women Hospital di Boston
CATANIA

Madre tenta di uccidere il figlio. La badante lo salva

Il giovane è un ventenne disabile. La donna gli ha fatto ingerire un flacone di sedativo
Dia
'NDRANGHETA

Decapitati i vertici di due cosche di Cosenza

Arrestato, in Francia, Domenico Stanganelli: era latitante dal 2014
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Bruxelles - Foto © Afp
IL PUNTO

Mutamenti parlamentari

Tre senatori del Movimento Cinque Stelle passano alla Lega, botta e risposta Salvini-Di Maio
Un senza tetto dorme alla stazione
ROMA EST

Firmato accordo tra Inps e Comunità di Sant’Egidio

Al via un centro di integrazione per facilitare l’erogazione dei servizi di base alle fasce deboli
Neve in città
MALTEMPO

Allerta neve nel Nord Italia

Al Centro farà la sua comparsa sull'Appennino sopra i 1400 metri
Un sacerdote in ospedale
FEDE

Siglato il Manifesto interreligioso dei diritti nei percorsi di fine vita

Rappresenta un importante traguardo del dialogo interreligioso in ambito sanitario
Ugo Grassi

Quando l'eletto è sganciato dall'elettore

Dichiarazioni al vetriolo quelle rilasciate da Luigi Di Maio per l’approdo del Senatore Ugo Grassi alla Lega,...
Jeremy Corbyn
LO SCONFITTO

Corbyn, la caduta del leader ombra

I laburisti colano a picco e puntano il dito contro il loro presidente, accusato di troppe incertezze sul fronte Brexit
I sofficini - screenshot di uno spot pubblicitario
PALERMO

Quando la cena si trasforma nel pomo della discordia

Un antico proverbio recita: "Tra moglie e marito non mettere il dito", ma ci sono alcuni casi in cui è...
Scritta contro la mafia a Capaci

Mafia e razzismo, voci dolenti della povertà morale

Mafia, razzismo e povertà sono le manifestazioni più tragiche ed inquietanti della società...
Boris Johnson raggiunge la maggioranza assoluta
ELEZIONI

Trionfa Johnson: Regno Unito verso la Brexit

Tracollo dei laburisti, al premier la maggioranza assoluta: cosa succede ora