SABATO 19 SETTEMBRE 2015, 11:46, IN TERRIS

UNGHERIA, AL VIA LA MOBILITAZIONE DEI RISERVISTI CONTRO “LA MIGRAZIONE DI MASSA”

Braccio di ferro tra Belgrado e Zagabria sulla destinazione di migliaia di profughi

MILENA CASTIGLI
UNGHERIA, AL VIA LA MOBILITAZIONE DEI RISERVISTI CONTRO “LA MIGRAZIONE DI MASSA”
UNGHERIA, AL VIA LA MOBILITAZIONE DEI RISERVISTI CONTRO “LA MIGRAZIONE DI MASSA”
L'Ungheria ha annunciato la mobilitazione dei riservisti militari per far fronte a quella che il governo ha definito come "una situazione di migrazione di massa". Lo ha riferito l'agenzia Mti. Il provvedimento è stato preso dopo che l'arrivo di profughi dalla Croazia ha accresciuto la pressione alla frontiera con la repubblica ex jugoslava. Il ministro della Difesa magiaro, Istvan Simicsko, ha spiegato che la decisione di richiamare alcuni riservisti su base volontaria è stata presa dietro richiesta del capo di Stato maggiore della Difesa. I militari saranno impiegati anzitutto nella vigilanza delle caserme, a rimpiazzo dei soldati impegnati nell'emergenza migranti, ma potrebbero adempiere anche ad altri incarichi.

Non si ferma il braccio di ferro tra Ungheria e Croazia. Solo ieri Budapest aveva accusato Zagabria di spingere i migranti a violare la legge, superando "illecitamente" i confini ungheresi. “Invece di rispettare le leggi in vigore nella Ue - aveva dichiarato il ministro degli Esteri magiaro Peter Szijjarto - incoraggiano le masse a violare la legge, perché attraversare illecitamente un confine significa violare la legge". Nella notte tra venerdì e sabato, il portavoce del ministero della Difesa, Attila Kovacs, aveva annunciato il termine dei lavori di posa della recinzione spinata lungo i 41 chilometri di frontiera con la Croazia per impedire l’ingresso ai profughi.

Come risposta, oggi la Croazia ha cominciato a trasportare i migranti in arrivo sul suo territorio al confine ungherese affermando di non essere più in grado di gestirne l'afflusso nonostante il piano straordinario attivato solo pochi giorni fa. “In qualche modo li abbiamo costretti ad accettare i rifugiati, inviandoglieli alla frontiera, e continueremo a farlo”, ha detto il premier croato Zoran Milanovic, che questa mattina ha visitato un centro di accoglienza a Beli Manastir, nel Nord-est, in corso di svuotamento. Ieri Zagabria aveva dichiarato di aver raggiunto il punto di saturazione con l'arrivo di oltre 17.000 persone dalla vicina Serbia in sole 48 ore. Il presidente croato Kolinda Grabar-Kitarovic ha definito la situazione di emergenza con i profughi peggiore di quanto si pensasse e che per questo sarà inevitabile il ricorso all'esercito nazionale.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"
Incendio alla Grenfell Tower di Londra
INCENDIO ALLA GRENFELL TOWER

Al via inchiesta a 6 mesi dalla strage

Il 14 giugno, 71 persone sono morte nel rogo divampato nell'edificio popolare di 24 piani
Uno scatto della mostra
FOTOGRAFIA

Il Salento di inizio '900 negli scatti di Palumbo

Al Museo delle Arti e delle Tradizioni Popolari di Roma la mostra "Visioni del Sud"
Incendi in California
INCENDI IN CALIFORNIA

In fiamme un'area più grande di New York

L'incendio, ormai esteso per circa 700 chilometri quadrati, è divampato lo scorso 4 dicembre
L'intervento dei Vigili del Fuoco al Port Authority Bus Terminal di New York
VIDEO

Il momento dell'esplosione al Port Authority di New York

Le immagini della deflagrazione riprese dalle telecamere di sicurezza del tunnel
Minore sul web
PEDOPORNOGRAFIA

Il 53% delle vittime ha 10 anni o meno

L'allarme è contenuto nell'ultimo rapporto dell'Unicef su web e minori
Le urne del sorteggio di Champions League
CHAMPIONS LEAGUE

Agli ottavi sarà Juve-Tottenham e Shakhtar-Roma

Real Madrid vs Paris Saint Germain e Chelsea vs Barcellona i big match
Incidente stradale a Lecce
OMICIDIO STRADALE

Ubriaco al volante travolge uno scooter: un morto

Il conducente della Bmw 320 è un 35enne di nazionalità bulgara