GIOVEDÌ 18 AGOSTO 2016, 001:58, IN TERRIS

UE, A SETTEMBRE LA NUOVA NORMATIVA SULLE TELCOMUNICAZIONI

Per la prima volta comprenderà anche i servizi di chiamate e messaggi forniti da operatori su rete

STEFANO CICCHINI
UE, A SETTEMBRE LA NUOVA NORMATIVA SULLE TELCOMUNICAZIONI
UE, A SETTEMBRE LA NUOVA NORMATIVA SULLE TELCOMUNICAZIONI
E' confermato per metà settembre l'arrivo del preannunciato pacchetto-chiave per la revisione delle regole della Comunità Europea sulle telecomunicazioni. Per la prima volta la nuova normativa comprenderà anche i servizi di chiamate e messaggi forniti da operatori su rete - come Skype o Whatsapp - oltre ai consueti operatori tradizionali. Verso fine settembre arriverà anche la riforma del copyright, mentre per fine anno quella sulla e-privacy.

Il pacchetto rappresenta il programma di lavoro della Commissione Ue che completa il "mercato unico digitale europeo" e fa seguito alle misure già presentate a metà anno su: fine del roaming, accesso ai contenuti online dall'estero, geoblocking e audiovisivo. "L'obiettivo complessivo - ha spiegato un portavoce della Commissione - è offrire un miglior accesso agli europei ai servizi digitali, rafforzare la fiducia nel mondo online, stabilire le giuste condizioni per le moderne reti digitali e fornire un terreno di gioco uguale per tutti gli attori del mercato".

Da anni, infatti, gli operatori tradizionali accusano le stringenti regole Ue in materia di telecomunicazioni a cui sono sottoposti, dalla privacy agli altri obblighi per consumatori e sicurezza, denunciando al contempo la totale esenzioni dagli obblighi dei fornitori di servizi via internet quali Facebook, Skype o Whatsapp i cui sistemi di videochiamate e messaggistica online - spesso gratuita - hanno di fatto soppiantato chiamate telefoniche e sms da cellulare.

Il quadro regolatorio vuole dunque includere anche i 'big' americani dei servizi internet. Ma "questo non vuol necessariamente dire che tutte le regole tlc Ue si applicheranno a tutti gli attori", tiene a precisare la Commissione, perché l'obiettivo è "salvaguardare gli utenti finali e il pubblico interesse quando è necessario a prescindere dal modo in cui i servizi vengono forniti". L'intenzione è estendere anche agli Ott gli obblighi sulla sicurezza e sulla privacy garantendo condizioni eque per tutti i tipi di operatori.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Un'immagine d'archivio del sottomarino argentino
ARGENTINA

Segnali dal sottomarino scomparso

Registrate sette tentativi di chiamate satellitare. La ricerca continua
La famiglia che ha portato i doni all'offertorio
BASILICA DI SAN PIETRO

"I poveri sono il passaporto per il paradiso"

Il Papa all'Angelus: "Siano sempre al centro delle nostre comunità"
GIORNATA MONDIALE DEI POVERI

Cene di fraternità e marce solidali: il mondo celebra la Gmp

Dall'Argentina alla Slovacchia, dalla Francia alla Colombia: le iniziative
Il Presidente Sergio Mattarella

Un Presidente contro corrente

Il Presidente Sergio Mattarella sceglie 30 persone per attribuire loro il cavalierato: l’onorificenza...
Il presidente Trump con il premier israeliano Netanyahu
MEDIO ORIENTE

Gli Usa minacciano di chiudere la sede dell'Olp

Tentativo di forzare la mano per riprendere i negoziati con Israele. Dura reazione palestinese
Jessica Notaro
QUIRINALE

Mattarella conferisce 30 onorificenze al merito

Insignita anche Jessica Notaro e don Paolo Felice Giovanni Steffano