VENERDÌ 10 LUGLIO 2015, 19:15, IN TERRIS

UCRAINA: ISIS E NEOFASCISTI COMBATTONO INSIEME CONTRO I FILO-RUSSI

Mentre tutto il mondo cerca di combattere gli jihadisti qua si fanno degli alleati con il benestare del governo di Kiev

AUTORE OSPITE
UCRAINA: ISIS E NEOFASCISTI COMBATTONO INSIEME CONTRO I FILO-RUSSI
UCRAINA: ISIS E NEOFASCISTI COMBATTONO INSIEME CONTRO I FILO-RUSSI
Mentre tutta il mondo cerca di contrastare l’ Isis, battaglioni di islamici jihadisti combattono in Ucraina a fianco delle brigate neofasciste contro i separatisti filorussi. A rivelarlo è il New York Times, confermando le indiscrezioni che circolano da tempo sulla preoccupante piega che sta prendendo il fronte governativo sostenuto da Europa, Nato e Stati Uniti. Nonostante i riflettori siano puntati altrove, nelle ultime settimane gli scontri si sono intensificati lungo tutta la linea del fronte e Kiev sta rafforzando le difese intorno a Mariupol, nel timore di una massiccia offensiva dei ribelli filo-russi contro questa strategica città portuale sul Mar Nero, ultimo bastione che separa il Donbass dalla Crimea.

Non potendo fare affidamento sull’esercito regolare di coscritti, male equipaggiati e demotivati, il governo di Poroshenko affida sempre più alle milizie paramilitari di volontari dell’estrema desta neonazista e neofascista – sicuramente più combattive e meglio armate, dato che sono finanziate privatamente da ricchi oligarchi ucraini – dai battaglioni Azov (recentemente inquadrato nella Guardia Nazionale addestrata dagli americani), alle brigate di Settore Destro, nominato in aprile consigliere dello Stato maggiore della Difesa.

Dunque, con il benestare del governo centrale di Kiev, vengono inquadrati i volontari jihadisti che affluiscono, sempre più numerosi da Caucaso russo e dalle repubbliche ex sovietiche dell’Asia centrale. Sono state formate tre unità di combattenti islamici anti russi: la ‘Dzhokhar Dudayev’ e la ‘Sheikh Mansur’, dove prevalgono ceceni, daghestani e uzbechi, e la ‘Crimea’, composta prevalentemente da tatari originari di quella regione. Sembra proprio che ci sia una nuova alleanza nazi-islamista nata nei Balcani in funzione anti-sovietica durante la Seconda Guerra Mondiale.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
Brexit (repertorio)
BREXIT

Ok del Consiglio alla "fase due"

May: "Passo importante". I leader Ue: "Ora inizia il difficile"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana