SABATO 25 LUGLIO 2015, 001:30, IN TERRIS

UCRAINA, BANDITO IL PARTITO COMUNISTA

Al via la riforma per liberare il Paese dal retaggio sovietico con una legge che equipara il comunismo al nazismo

AUTORE OSPITE
UCRAINA, BANDITO IL PARTITO COMUNISTA
UCRAINA, BANDITO IL PARTITO COMUNISTA
In Ucraina è stato bandito il partito comunista e il governo filo-occidentale ha dato il via ad una riforma per liberare il Paese dal retaggio sovietico con una legge che equipara il comunismo al nazismo. Secondo Oleksandr Turcinov, segretario del Consiglio di Sicurezza si tratta di una vera e propria svolta storica.

A darne l'annuncio è il ministro della Giustizia, Pavlo Petrenko, il quale ha siglato i decreti per bandire il partito comunista d'Ucraina, il partito comunista rinnovato e il partito comunista dei lavoratori e dei contadini. "In seguito all'approvazione delle leggi di decomunistizzazione - ha spiegato Petrenko - è stata formata una commissione che ha passato un mese a controllare i tre partiti. In base alle conclusioni dell'analisi - ha proseguito il ministro - ho firmato i tre decreti confermando che le attività, la denominazione, i simboli, gli statuti e i programmi dei partiti comunisti non rispondevano ai requisiti della parte 2 dell'articolo 3 della legge sulla condanna dei regimi totalitari comunista e nazionalsocialista in Ucraina e il divieto di propaganda dei loro simboli".

Il partito comunista ha rappresentato un'importante forza politica nel Paese. Solo tre anni fa alle parlamentari aveva ottenuto il 13% dei voti. lo scorso anno invece si è registrata la prima battuta d'arresto raccogliendo meno del 4% dei suffragi. Ghennadi Ziuganov, leader del partito comunista russo, ha definito la decisione delle autorità ucraine una "rappresaglia contro gli oppositori politici".

Per le elezioni locali fissate il 25 ottobre il partito comunista parteciperà nonostante sia stato ufficialmente messo al bando. Lo dichiara il leader dei comunisti ucraini, Petro Simonenko, lanciando una vera e propria sfida al governo di Kiev.

 

 

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
SIRIA

La Russia accusa gli Usa: "Addestrano terroristi"

750 miliziani in un campo profughi nel Nord-Est della Siria
L'incontro con Uspi e Fisc
INCONTRO CON USPI E FISC

"Non cadete nei peccati della comunicazione"

Il Papa ha ricordato che la piccola editoria difende dai "polveroni mediatici"
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
La caccia al killer (repertorio)
IGOR IL RUSSO

Caccia ai complici
del killer

Almeno 10 persone sono nel mirino degli inquirenti italiani. I media spagnoli: "Feher non collabora"
Una partecipante al corteo pro migranti a Roma
ROMA

Corteo pro migranti: "Diritti senza confine"

Gli organizzatori: "Oltre 15 mila partecipanti"