MARTEDÌ 06 GIUGNO 2017, 10:14, IN TERRIS

Turchia: resta alta la tensione con la Germania, la visita di Gabriel non scioglie i nodi

Incontro a porte chiuse con Erdogan. Ankara irremovibile sulla base di Incirlik. 270 militari tedeschi pronti a essere trasferiti

EDITH DRISCOLL
Turchia: resta alta la tensione con la Germania, la visita di Gabriel non scioglie i nodi
Turchia: resta alta la tensione con la Germania, la visita di Gabriel non scioglie i nodi
La crisi diplomatica tra Germania e Turchia sembra non voler finire. Dal caso sulla base di Incirlik alla libertà di stampa, la visita ad Ankara del ministro degli Esteri tedesco Sigmar Gabriel non ha sciolto i nodi su cui da settimane proseguono le tensioni. Anzi, ha rischiato di accompagnarsi a un nuovo strappo diplomatico, con la cancellazione all'ultimo minuto dell'incontro previsto con il premier Binali Yildirim, "sovraccarico" di impegni.

A fine giornata è però giunto il faccia a faccia più importante, quello con il presidente Recep Tayyip Erdogan, rigidamente a porte chiuse. Le premesse non erano delle migliori. I colloqui di Gabriel apparivano a molti come l'ultima opportunità di risolvere lo scontro su Incirlik. Ma il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, ha confermato il veto a una visita parlamentare tedesca ai soldati nella base del sud della Turchia, impegnati nelle operazioni della Coalizione anti-Isis. Al momento, "nessuna decisione" definitiva è stata presa su un possibile trasferimento dei circa 270 militari, insieme a 6 Tornado da ricognizione e un aereo da rifornimento, ha spiegato Gabriel. Ma uno spostamento delle truppe, forse in Giordania, appare sempre più probabile.

L'ostruzionismo di Ankara è dovuto in particolare all'asilo concesso in Germania ad alcuni ufficiali accusati di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen, oltre che al supposto sostegno di Berlino al Pkk curdo. "Se la Germania farà un passo positivo, allora noi ne faremo due", ha promesso Cavusoglu. Ma a pochi mesi dalle elezioni, la cancelliera Angela Merkel non sembra disposta a fare molte concessioni a Erdogan. "In questo momento è possibile una visita alla base Nato di Konya, non a quella di Incirlik", è stata l'unica apertura di Ankara. Il muro contro muro rimane anche sulla libertà di stampa. "Negli ultimi tempi in Europa si è avviato un trend, specialmente nei servizi segreti, di iniziare a usare i giornalisti come agenti in Turchia", ha accusato ancora Cavusoglu, facendo riferimento anche al corrispondente turco-tedesco della Welt, Deniz Yucel. Dietro le sbarre restano anche un'altra reporter con passaporto tedesco, Mesale Tolu, e il fotoreporter francese Mathias Depardon, fermato nel sud-est curdo. Complessivamente, calcola l'osservatorio P24, i giornalisti nelle prigioni della Turchia sono ora 169.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Sparatoria a Bellona, nel casertano
PAURA NEL CASERTANO

Apre il fuoco sui passanti: ferito anche un Carabiniere

L'uomo avrebbe gridato di aver ucciso la moglie e poi ha aperto il fuoco
Una valanga sulle Alpi
MALTEMPO AL NORD

Tre metri di neve in Val Senales. Pericolo valanghe sulle Alpi

Oltre un centinaio di turisti sono rimasti bloccati a causa della chiusura delle strade che portano a valle
CORIGLIANO CALABRO

Spara al figlio e alla nuora e poi si barrica in casa: arrestato

A finire in manette un uomo di 85 anni. Ignoti i motivi del gesto
Il presidente della Cei, il cardinal Gualtiero Bassetti
BASSETTI

"La vita non si uccide, non si compra e non si sfrutta"

Testo integrale della prolusione del vescovo di Perugia per l'apertura della sessione invernale del Consiglio episcopale...
Luca Pasquaretta, portavoce della sindaca Appendino
TORINO | MAXISCHERMO A PARCO DORA

Avviso di garanzia per il portavoce della sindaca Appendino

Gli accertamenti sono collegati alla maxi-inchiesta sui fatti di piazza San Carlo
Gianfranco Fini ed Elisabbetta Tulliani
RICICLAGGIO

Chiesto il rinvio a giudizio per Fini e Tulliani

La Procura di Roma ha chiesto il rinvio a giudizio per l'ex presidente della Camera, Gianfranco Fini, accusato di...
Scena del film
CINEMA

Un film toglie il velo sull'utero in affitto

Programmazione a Roma de "Il figlio sospeso" del regista Egidio Termine
Sonda alla ricerca di asteroidi
RICERCA

Nasa, è caccia agli asteroidi

In estate le sonde americane e giapponesi raggiungeranno i "sassi cosmici" Bennu e Ryugu
Indagano i carabinieri
CAVA DE' TIRRENI

Lite tra coniugi, morta la moglie

Grave il marito. Da chiarire se sia un caso di omicidio-suicidio o un reciproco accoltellamento
Polizia thailandese
THAILANDIA

Italiano smembrato e dato alle fiamme

La polizia conferma che si tratta di un 62enne di Sondrio. Ricercati l'ex moglie e il suo amante
Abuso su minore
CASSINO

Suicida l'agente penitenziario accusato di abusi alla figlia

La 14enne aveva parlato degli stupri in un tema scolastico
La protocattedrale di Marsabit
KENYA

Assalita la protocattedrale di Marsabit

La polizia ha disperso i rivoltosi ma questo non ha impedito saccheggi e atti vandalici