LUNEDÌ 27 AGOSTO 2018, 12:39, IN TERRIS


USA

Trump rifiuta di definire McCain un eroe

Secondo un'indiscrezione del Washington Post il presidente Usa avrebbe detto "no" allo staff

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
John McCain e Donald Trump
John McCain e Donald Trump
M

cCain è stato a lungo il grande nemico interno di Trump nel partito repubblicano. Nonostante la rivalità, il presidente Usa ha voluto esprimere la sua vicinanza alla famiglia del senatore dopo la sua scomparsa avvenuta ieri. Ma davanti alla prospettiva di un comunicato ufficiale in cui veniva celebrato come "eroe di guerra", Donald Trump avrebbe detto "no" al suo staff. E' quanto emerge da un'indiscrezione pubblicata dall'edizione odierna del Washington Post. D'altronde, in passato, il presidente Usa non aveva fatto mistero di non considerare un eroe il candidato repubblicano che fu sconfitto alle presidenziali contro Obama nel 2008. Durante la campagna elettorale, ad un attacco del senatore che non l'ha mai particolarmente amato, il tycoon aveva detto: "McCain non è un eroe di guerra, o meglio, è considerato un eroe solo perché è stato catturato. Ma a me non piacciono le persone che si sono fatte catturare".


Funerale

John McCain viene considerato tale dopo che rimase prigioniero per sei anni in una fossa durante il conflitto in Vietnam. Nelle mani dei vietcong, il prigioniero fu torturato, perse per sempre l'uso completo delle braccia per poi essere liberato solo nel 1973. Al senatore è stato diagnosticato un anno fa un glioblastoma, una forma di tumore al cervello incurabile che ne ha causato il decesso ieri. Sembra che prima di morire, McCain abbia lasciato detto di non volere il presidente Usa al suo funerale. L'orazione funebre dovrebbe essere tenuta dagli ex presidenti Obama e George W. Bush. Le esequie del senatore repubblicano avranno luogo sabato 1 settembre presso la cattedrale di Washington.


Visita negata

Il Wall Street Journal riferisce inoltre che Donald Trump non si sarebbe voluto recare in visita a McCain in Arizona nonostante si trovasse lì vicino per un comizio. Il rifiuto, secondo le indiscrezioni, sarebbe arrivato dall'osservazione che tra loro due non c'era mai stata stima reciproca e quindi una tale iniziativa sarebbe risultata falsa ed ipocrita.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Palazzo del Viminale
CENSIMENTO

Dal Viminale la circolare sugli insediamenti rom

Pubblicato il testo mandato ai prefetti, fra due settimane il primo punto
Il Teatro Marcello
ROMA

Riapre il percorso pedonale del Teatro di Marcello

L'intervento di messa in sicurezza è stato promosso da Roma Capitale
PIEMONTE

Torino, sequestrati 2,6 milioni di giocattoli pericolosi

L'indagine ha evitato l'ingresso nel mercato dei beni dannosi per i bambini
Martello
COCCAGLIO | BRESCIA

Tenta di uccidere a martellate moglie e figlia

L'uomo, un 59enne, è stato bloccato e arrestato dai Carabinieri
Ponte Morandi a Genova
GENOVA

Ponte Morandi: "Problemi di sicurezza già da 10 anni"

Lo rivela il rapporto commissionato da Atlantia riportato dal "Financial Times"
Anziano in cerca di cibo tra i rifiuti
NUOVE POVERTÀ

Coldiretti: "Anche in Italia si soffre la fame"

"Quasi 3 milioni di persone costrette a chiedere aiuto per il cibo da mangiare"
Tempio indonesiano
INDONESIA

Terremoto a Bali: danni al tempio indù

Non è stato diramato alcun allarme tsunami
Truffa online
CREMONA

Migliaia di truffati online: 4 arresti

Le fiamme gialle hanno sequestrato beni per 1,5 milioni di euro