MERCOLEDÌ 14 NOVEMBRE 2018, 12:32, IN TERRIS


ISRAELE

"Tregua a Gaza inacettabile", si dimette Lieberman

Il cessate il fuoco siglato con Hamas costa a Netanyahu un uomo chiave. Voto più vicino?

EDITH DRISCOLL
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Avigdor Lieberman
Avigdor Lieberman
T

erremoto politico in Israele. Il ministro della Difesa, Avigdor Lieberman, lascia il governo in polemica con la tregua fra Israele e Hamas che fa seguito all'escalation militare a Gaza. "Sono qui per rassegnare le dimissioni" ha annunciato il ministro della Difesa, uno degli uomini chiave, in termini politici, per Benjamin Netanyahu. 


La scelta

L'accordo sulla tregua, ha spiegato, "è inaccettabile". Tra le decisioni che lo hanno spinto al passo indietro, Lieberman ha citato sia fatti recenti - l'autorizzazione al trasferimento di carburante e di milioni di dollari di fondi dal Qatar alla Striscia - che vecchie rivendicazioni degli ultra-nazionalisti, cui si aggiungono le scelte dei governi israeliani giudicate troppo morbide (per esempio, l'accordo per lo scambio di prigionieri nel 2011 che pure riportò a casa il soldato Gilad Shalit e addirittura il ritiro unilaterale israeliano da Gaza nel 2005).
"Se fossi rimasto al mio posto, non avrei potuto guardare negli occhi i nostri cittadini nel sud e le famiglie dei soldati morti i cui corpi sono nelle mani di Hamas", ha spiegato Lieberman. "Qualsiasi miglioramento umanitario a Gaza dovrebbe essere condizionato al loro ritorno".


Cessate il fuoco

Sulla scelta di Lieberman pesano anche le ultime parole di Netanyahu, che ha difeso il cessate il fuoco. "In tempi di emergenza, quando bisogna prendere decisioni cruciali per la sicurezza, l'opinione pubblica non puo' sempre essere al corrente di considerazioni che devono essere nascoste al nemico", ha spiegato il premier, giustificando la decisione di accettare la proposta di tregua, dopo la mediazione operata dall'Egitto. "I nostri nemici chiedevano un cessate il fuoco e sapevano molto bene perché". 


Voto più vicino

La mossa di Lieberman riduce sensibilmente i numeri favorevoli al governo nella Knesset e avvicina l'orizzonte di elezioni anticipate, da celebrare entro un paio di mesi. 

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Inquinamento in una città italiana
DATI EUROPEI

Rapporto choc: l'Italia primo Paese dove si muore per inquinamento

Tassi altissimi al nord. Torino più inquinata di Parigi
San Giovanni Paolo II abbraccia un bambino
INAUGURAZIONE

In Spagna la famiglia secondo Karol Wojtyla

Aperta la nuova sezione del Pontificio Istituto teologico Giovanni Paolo II a Madrid
16 ottobre 1943: il rastrellamento del ghetto di Roma
ANTISEMITISMO

Shoah, Raggi: "Roma non dimentica"

Oggi si commemora il rastrellamento del Ghetto avvenuto il 16 ottobre 1943
Ordinazione sacerdotale in Vaticano
LATINA-TERRACINA-SEZZE-PRIVERNO

Una lampada itinerante per le vocazioni

L'icona di una Madonna con il Bambino della famiglia di santa Maria Goretti accompagna il pellegrinaggio
Bus incidentato (immagine di repertorio)
VIA CASSIA

Bus si schianta contro un albero: 10 feriti

Il mezzo è finito fuori strada, ancora ignote le cause dell'incidente
La nave Ocean Viking in porto
PUGLIA

Ocean Viking: sbaracati a Taranto 176 migranti

Mons. Santoro: "Oggi fortunatamente possiamo parlare di vita e non di morte"
Chiara Lubich
FRASCATI

Chiara Lubich: si chiude la fase diocesana di beatificazione

Lo studio degli atti proseguirà presso la Congregazione delle cause dei santi
Spaccio
NUOVE MISURE ANTI-TRAFFICANTI

Giro di vite del Viminale contro la droga

Il Ministero dell’Interno chiede ai prefetti più vigilanza sulle piazze di spaccio
Liechtenstein-Italia 0-5. Bernardeschi festeggiato dai compagni dopo la rete del vantaggio - Foto © Twitter
QUALIFICAZIONI EURO 2020

Italia, pokerissimo al Liechtenstein e filotto da record

Mancini come Pozzo: nove successi di fila. A Vaduz è 5-0: doppietta di Belotti, a segno Bernardeschi, ElSha e Romagnoli
La corona di fiori gettata in acqua da Paa Francesco
MIGRANTI

Naufragio a Lampedusa, localizzati dodici corpi

Il barchino affondato la scorsa settimana è a 60 metri di profondità. Tra i corpi, anche un bimbo abbracciato alla...
Alcuni dei gesti più emblematici nella storia recente dello sport. In basso, lo stadio di Pyongyang vuoto
CASI STORICI

Sport e politica, un binomio complicato

Dal saluto militare turco alle proteste olimpiche, fino al match fantasma tra le Coree: gesti clamorosi che, nel bene o nel male,...
Don Oreste Benzi
FEDE

Don Benzi sulla strada della beatificazione

Si è chiuso il processo diocesano sul sacerdote Servo di Dio. La gioia della Comunità Papa Giovanni XXIII:...