VENERDÌ 22 MAGGIO 2015, 003:00, IN TERRIS

TENSIONI TRA UCRAINA E RUSSIA, KIEV VUOLE UNO SCUDO ANTIMISSILE

Gli Stati Uniti: "Tutti gli elementi in territorio Nato. Le difese missilistiche non sono dirette verso la Russia, ma contro minacce del Medio Oriente"

REDAZIONE
TENSIONI TRA UCRAINA E RUSSIA, KIEV VUOLE UNO SCUDO ANTIMISSILE
TENSIONI TRA UCRAINA E RUSSIA, KIEV VUOLE UNO SCUDO ANTIMISSILE
Kiev vuole uno scudo missilistico per difendersi dalle minacce di Mosca. L'Ucraina "sta ricostruendo il nostro scudo missilistico, il cui principale obiettivo è difendersi dall'aggressione dalla Russia", ha dichiarato Olexsander Turchynov , capo del Consiglio nazionale di sicurezza e difesa dell'Ucraina, in un'intervista pubblicata dall'agenzia stampa di Kiev Ukrinform. Turchynov ha sottolineato la necessità di rafforzare le difese dell'Ucraina tramite "misure politiche, economiche e militari" e si è rivolto a "tutti i paesi guida" perché aiutino Kiev a difendersi contro la potenziale minaccia nucleare di Mosca attraverso "interazioni e coordinamento sistemico". Turchynov non ha chiarito esattamente cosa chieda l'Ucraina all'Occidente, ma intanto gli Stati Uniti hanno messo le mani avanti. "Non vi sono offerte o piani per dispiegare sistemi di difesa con missili balistici della Nato o degli Stati Uniti in Ucraina - ha detto la portavoce del dipartimento di Stato americano, Marie Harf - Tutti gli elementi esistenti e previsti si trovano in territorio Nato. E, certamente, le difese missilistiche della Nato non sono dirette verso la Russia, ma contro le minacce dal Medio Oriente".

Per il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, se in Ucraina venissero dispiegati missili americani "questo potrebbe essere considerato solo negativamente". "Il dispiego di elementi di difesa missilistica in Ucraina comporterebbe per la Russia la necessità di adottare contromisure", ha sottolineato Peskov. Ai tempi dell'Unione sovietica, sul territorio ucraino si trovava il terzo arsenale nucleare del mondo ma, una volta raggiunta l'indipendenza, Kiev lo ha smantellato in cambio di garanzie di sicurezza da parte della Russia e dell'Occidente, sancite dal memorandum di Budapest nel 1994. Diversi opinionisti ucraini sostengono che se il paese avesse mantenuto il suo arsenale, Mosca non avrebbe annesso la Crimea nè sostenuto i separatisti dell'est del paese.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La locandina del film
STAR WARS

Il lato Chiaro e quello Oscuro de "Gli Ultimi Jedi"

Scelte coraggiose e azzardi, poesia ed errori pericolosi. Cosa pensiamo di Episodio VIII (SPOILER)
Vittorio Emanuele III

Il ritorno del Re

Vittorio Emanuele III tornerà dall'esilio e la sua salma sarà trasferita da Alessandria...
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
Reliquia della Beata Anna Maria Adorni
VATICANO

Presentato il nuovo documento sulle reliquie

Pubblicato dalla Congregazione delle Cause dei Santi
SIRIA

La Russia accusa gli Usa: "Addestrano terroristi"

750 miliziani in un campo profughi nel Nord-Est della Siria
L'incontro con Uspi e Fisc
INCONTRO CON USPI E FISC

"Non cadete nei peccati della comunicazione"

Il Papa ha ricordato che la piccola editoria difende dai "polveroni mediatici"