GIOVEDÌ 20 AGOSTO 2015, 19:01, IN TERRIS

TENSIONE TRA LE DUE COREE, BOTTA E RISPOSTA DI ARTIGLIERIA

Pyongyang ha aperto il fuoco contro un altoparlante che faceva propaganda al confine, immediata la risposta di Seul

AUTORE OSPITE
TENSIONE TRA LE DUE COREE, BOTTA E RISPOSTA DI ARTIGLIERIA
TENSIONE TRA LE DUE COREE, BOTTA E RISPOSTA DI ARTIGLIERIA
Sale la tensione tra la Corea del Nord e la Corea del Sud. Infatti, l’artiglieria di Pyonguang ha aperto il fuoco alle 16 contro un altoparlante che da giorni lanciava slogan e faceva propaganda verso il Nord, nella sezione sudcoreana della frontiera “demilitarizzata” tra i due Paesi. Al momento non risultano feriti, ma i media sudcoreani hanno reso noto che le città vicine al confine sono state fatte evacuare per precauzione.

La risposta di Seul non si è fatta attendere: l’esercito sudcoreano ha lanciato decine di proiettili di artiglieria da 155 mm verso il territorio nordcoreano. Lo ha reso noto il ministero della Difesa che “ora monitora da vicino l’attività delle truppe nordcoreane”. Secondo quanto riferito dallo stesso ministero, Pyongyang avrebbe minacciato ulteriori azioni militari se la propaganda sudcoreana non cessa entro 48 ore. Si tratta dello scambio di colpi più grave degli ultimi cinque anni. La presidenza sudcoreana ha ordinato una riunione d’urgenza del Consiglio nazionale di sicurezza. Le minacce, inoltre, coincidono con l’inizio delle grandi esercitazioni navali tra le truppe di Seul e quelle statunitensi. Manovre che scatenano puntualmente l’ira di Pyongyang.

L’episodio arriva in un momento difficile nei rapporti tra le due Coree: Seul accusa Pyongyang di aver posizionato delle mine nella zona demilitarizzata del confine che hanno provocato il ferimento di due soldati la settimana scorsa. L’accusa, ripetuta agli altoparlanti al confine, aveva provocato la reazione del regime di Kim Jong-un che aveva minacciato “un’azione di giustizia militare” se la “propaganda” non fosse terminata.

L’escalation tra le due Coree preoccupa Mosca: in una nota il ministero degli Esteri russo si augura che “nessuna delle parti oltrepassi la ‘linea di pericolo’”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti
il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero

Il senso d'umanità

In seguito alla decisione del Tribunale di sorveglianza di Roma che ha respinto la sua richiesta di sospensione della...