VENERDÌ 07 DICEMBRE 2018, 15:48, IN TERRIS


FRANCIA

Studenti in ginocchio: la foto che desta scandalo

Decine di giovani costretti dalla polizia a prostrarsi con le mani dietro la testa. E' polemica

REDAZIONE
Gli studenti in ginocchio
Gli studenti in ginocchio
D

ecine di studenti in ginocchio, con le mani dietro la testa, sotto lo sguardo della polizia che li aveva fermati dopo gli scontri andati in scena nella periferia di Parigi. Questa la foto che scuote la Francia nei giorni in cui imperversa la rivolta dei "gilet gialli". 


Polemiche

La sinistra ha gridato allo scandalo, mentre il deputato di En Marche Laurent Saint-Martin ha definito "sconvolgenti" le immagini e ha assicurato che la maggioranza sarà la prima a condannare eventuali errori da parte delle forze dell'ordine. L'episodio è avvenuto vicino a un istituto di Mantes-la-Jolie, nel dipartimento di Yvelines. "Quali che siano le accuse, nulla giustifica l'umiliazione di minorenni", ha dichiarato il primo segretario del Partito socialista, Olivier Faure, in un tweet, chiamando i ministri dell'Interno, Christophe Castaner, e dell'Istruzione, Jean-Michel Blanquer, a "reagire rapidamente e bene". La stessa richiesta è arrivata da altri esponenti dell'opposizione che si chiedono "cosa possa giustificare una scena del genere" e "chi abbia dato l'ordine di farlo".


Manifestazione

Nel frattempo proseguono i preparativi in vista della nuova manifestazione dei "gilet gialli", in programma domani. Un avvocato delle forze dell'ordine, Laurent-Franck Lienard, a France Info ha rivelato i timori dei suoi assistiti. "Molti poliziotti - ha raccontato - mi hanno chiamato dicendo 'dovremo sparare alla gente sabato', si sentono in pericolo". Diversi agenti hanno dichiarato che "già sabato scorso sono stati sul punto di aprire il fuoco, a Parigi e altrove. Si sentivano molto in pericolo perché la gente era venuta lì per uccidere i poliziotti", ha aggiunto il legale che ha comunque avvisato che "se dovesse partire un colpo contro un manifestante, la conseguenze sarebbero incontrollabili". Si teme che la guerriglia urbana possa trasformarsi in qualcosa di ancora più violento e grave. Uno dei sindacati minori della polizia, Vigi, aveva invitato il personale amministrativo della polizia a scioperare domani in solidarietò con i 'gilet gialli'. Molti però hanno interpretato l'invito come una forma di protesta per il pericolo che le manifestazioni possano degenerare in gravi violenze.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La mappa Gem
PAVIA

Realizzate le mappe dei terremoti mondiali

Sono tre: pericolosità (“Hazard Model”), esposizione (“Global Exposure”) e rischio (“Risk...
La Bce

C'è del marcio

"L'appartenenza alla moneta unica gioca un ruolo fondamentale" per i paesi europei, anche perché...
Regali natalizi da internet
ECONOMIA

Natale: crescono gli acquisti online

In due mesi veduti 6,8 mld di prodotti, al top tecnologia e giocattoli
Recep Tayyip Erdogan
TURCHIA

Erdogan: "Lotta senza tregua al terrore"

Il presidente ha aperto la campagna elettorale per le amministrative
Di Maio, Conte e Salvini
MANOVRA

Nuovo vertice per sciogliere i nodi

Riunione di governo a Palazzo Chigi. Sul testo, intanto, piovono gli emendamenti
Il metropolita di Kiev, Epifanio
ORTODOSSI

E' scisma: nasce la Chiesa di Kiev

Proclamata l'indipendenza da Mosca. Poroshenko: "Giorno storico"