GIOVEDÌ 11 LUGLIO 2019, 16:46, IN TERRIS


BOSNIA ED ERZEGOVINA

Srebrenica, la memoria dell'orrore 24 anni dopo

Altre 33 vittime del genocidio sono state seppellite a Potocari

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Il memoriale di Potocari a Srebrenica
Il memoriale di Potocari a Srebrenica
P

iù di 8 mila morti e una lunga scia di orrore che, ancora oggi, impregna l'area dei Balcani. Nessuno ha dimenticato: troppe sangue finì per scorrere quell'11 luglio 1995, quando la polveriera bosniaca visse il suo momento più tragico, quasi eguagliando il conto di morte che sarebbe stato appurato alla fine dell'assedio di Sarajevo. Con la differenza che, a Srebrenica, il tutto non avvenne in quattro anni ma in una manciata di giorni. Un genocidio, un massacro: appellativi tutti validi che, a 24 anni di distanza, restano ancora impressi nella memoria collettiva di un intero continente. L'enclave protetta di Srebrenica, ultimo baluardo dei musulmani bosniaci, era ufficialmente sotto la protezione delle Nazioni Unite: quell'11 luglio, dopo un'offensiva durata alcuni giorni, l'Esercito della Repubblica serba di Bosnia ed Erzegovina irruppe in città, separò gli uomini da tutto il resto della popolazione inaugurando la breve stagione di sangue. Tutti scomparsi, uccisi e gettati in fosse comuni, sepolti insieme alle coscienze dell'umanità.


La marcia

Più di ottomila persone furono massacrate, quasi tutte identificate anni dopo. Seimilaseicentodieci di esse hanno un nome e riposano nel Cimitero memoriale di Potocari dove, come ogni anno, è stata svolta la commemorazione del massacro. A loro, da oggi, se ne sono aggiunte altre 33, rinvenute in alcune fosse comuni e identificate con il metodo del Dna nel corso dell'ultimo anno. Altre 33 vittime per le quali piangere per una ferita che, nonostante i 24 lunghi anni trascorsi, continua a dare dolore. Per la commemorazione sono arrivate 25-30 mila persone, in cammino per ricordare uno degli episodi più atroci del nostro secolo, un genocidio perché, come stabilito dalla Corte internazionale di giustizia nel 2007, ordito per estirpare l'etnia bosgnacca. Molte di quelle persone riunite a Potocari, sono le stesse che hanno partecipato alla Marcia della Pace da Nezuk a Srebrenica: 68 chilometri percorsi per ricordare l'orrore del massacro e meditare sul buio delle coscienze umane. Per la strage bosniaca e per altri crimini di guerra, i giudici de L'Aja hanno comminato l'ergastolo all'ex presidente della Srpska, Radovan Karadzic, catturato nel 2008 dopo oltre dieci anni di latitanza e condannato nel marzo scorso.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Spaccio
NUOVE MISURE ANTI-TRAFFICANTI

Giro di vite del Viminale contro la droga

Il Ministero dell’Interno chiede ai prefetti più vigilanza sulle piazze di spaccio
Liechtenstein-Italia 0-5. Bernardeschi festeggiato dai compagni dopo la rete del vantaggio - Foto © Twitter
QUALIFICAZIONI EURO 2020

Italia, pokerissimo al Liechtenstein e filotto da record

Mancini come Pozzo: nove successi di fila. A Vaduz è 5-0: doppietta di Belotti, a segno Bernardeschi, ElSha e Romagnoli
Alcuni dei gesti più emblematici nella storia recente dello sport. In basso, lo stadio di Pyongyang vuoto
CASI STORICI

Sport e politica, un binomio complicato

Dal saluto militare turco alle proteste olimpiche, fino al match fantasma tra le Coree: gesti clamorosi che, nel bene o nel male,...
Intelligenza artificiale
TECNOLOGIA

Boom dell’Intelligenza artificiale

In Italia è previsto un aumento di 13% del Pil entro il 2030. Una rivoluzione economica che però ha bisogno di...
Palazzo Chigi
ECONOMIA

Manovra, Conte rassicura su Quota 100

Riunione in corso a Palazzo Chigi, il premier: "La misura resta". E Italia Viva annuncia: "Non faremo...
ECONOMIA

Imprese: salgono Emilia e Veneto, scende il Piemonte

I dati del secondo trimestre 2019 sulla produzione industriale fotografano un nord a due velocità
Abbraccio
BOLOGNA

Un ritiro spirituale per la guarigione della sindrome post-aborto

Patologia che può colpire le madri che hanno fatto ricorso all'Ivg
Una foto della Filmoteca Vaticana durante la presentazione di un documentario - ©Vatican Media
VATICANO

Da Leone XIII a Francesco, il cinema dei Papi

All’Ambasciata italiana presso la Santa Sede si celebrano i 60 anni dall’inaugurazione della Filmoteca vaticana
Il rogo nel centro di Samos
SAMOS | GRECIA

Incendio nel centro accoglienza: 5mila evacuati

Un minore non accompagnato sarebbe stato accoltellato a morte
La distruzione causata dal tifone Hagibis in Giappone
GIAPPONE

Tifone Hagibis, 70 morti: "Numero destinato a crescere"

Gli argini di 47 fiumi hanno ceduto in 66 diverse località, centinaia le frane che bloccano i soccorsi
Bimbo sovreppeso
UNICEF

In Italia i bimbi in sovrappeso sono il 36,8%

Samengo: "Malnutrizione significa anche mangiare in modo errato o malsano"
Volante della Polizia di New York
USA

Utilizzavano cani per combattere: arrestati

La Polizia di New York ha smantellato una bisca clandestina: gli animali denutriti, maltrattati e rinchiusi in condizioni...