MARTEDÌ 19 APRILE 2016, 001:00, IN TERRIS

SPAGNA, ELEZIONI SEMPRE PIU' VICINE: PODEMOS RIFIUTA L'ACCORDO CON SANCHEZ E RIVERA

La palla passa di nuovo a re Felipe VI, che ha avviato una serie di consultazioni con i partiti politici, prima di chiudere verosimilmente la legislatura

AUTORE OSPITE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
SPAGNA, ELEZIONI SEMPRE PIU' VICINE: PODEMOS RIFIUTA L'ACCORDO CON SANCHEZ E RIVERA
SPAGNA, ELEZIONI SEMPRE PIU' VICINE: PODEMOS RIFIUTA L'ACCORDO CON SANCHEZ E RIVERA
Sono sempre più vicine le elezioni anticipate in Spagna dopo il no di Podemos all'accordo con i socialisti e Ciudadanos. La base del partito post-indignados ha infatti respinto a larghissima maggioranza l'ipotesi di un accordo con i partiti guidati da Pedro Sanchez e Albert Rivera, ma ha riproposto l'idea di un governo del cambiamento con una coalizione "alla Valenciana".

Secondo quanto scrive El Pais online il ritorno alle urne a giugno appare a questo punto difficilissimo da evitare. L'ipotesi di accordo non è piaciuta all'88,23% dei partecipanti alla consultazione interna, alla quale hanno partecipato circa 150mila persone, quasi il 40% degli aventi diritto. Tuttavia nel secondo quesito il 91,79% dei votanti ha invece appoggiato un'ipotesi di accordo con il Psoe di Sanchez, IU-Unitado Popular (comunisti) e Compromis (nazionalisti valenciani).

I socialisti da parte loro hanno fatto sapere - riferisce El Mundo - che non si arrenderanno, ma non faranno nulla per cercare un accordo dell'ultimo minuto, né con Podemos né con i popolari, né tanto meno abbandoneranno il patto con i centristi di Ciudadanos per negoziare con i post-indignados. Lo ha confermato il coordinatore del partito Antonio Hernando, aggiungendo che se nella consultazione di Podemos fosse stato chiesto ai suoi militanti se volevano che Rajoy continuasse a guidare il governo, "il 100% avrebbero detto di no".

La palla passa di nuovo a re Felipe VI, che ha avviato una serie di consultazioni con i partiti politici, prima di chiudere verosimilmente la legislatura. Se dunque non ci sarà un accordo di governo entro il 2 maggio, si voterà di nuovo il 26 giugno. Le ultime elezioni politiche si erano svolte il 20 dicembre scorso, rompendo di fatto decenni di bipartitismo, ed innescando una crisi politica. Uno stallo politico senza precedenti concretizzatosi a gennaio quando il premier uscente, Mariano Rajoy, aveva rinunciato al tentativo di formare un nuovo governo in mancanza del necessario sostegno parlamentare.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
UDIENZA PONTIFICIA

"Etica ecologica contro l'egolatria"

Papa Francesco traccia le prospettive dell'educazione cattolica nel terzo millennio globalizzato
Il leader di Italia Viva, Matteo Renzi
POLITICA

Il piano di Renzi per l'Italia. Presto l'incontro con Conte

Il leader di Iv pensa a come rilanciare il Paese. Timore per una destabilizzazione del governo
Panetto di cocaina
OPERAZIONE ANTIDROGA

Roma: sequestrata cocaina per un valore di 35mila euro

Cinque arresti, il commento del capitano Passaquieti della Compagnia di Frascati
Il bacio dell'uomo disabile a Papa Francesco - Foto © Andrew Medichini per AP
GESTI DI MISERICORDIA

Quel bacio al Papa che ha commosso il mondo

Ieri in udienza il Pontefice ha ricevuto un "regalo" inaspettato
MEDIO ORIENTE

In soccorso del Libano sull'orlo della bancarotta

Beirut chiede aiuto al Fondo Monetario internazionale. La drammatica situazione economica e finanziaria del Paese con più...
Il cantiere navale di Taranto
TARANTO

Tangenti per appalti della Marina Militare: 12 arresti

Il totale degli importi relativi alle gare veniva equamente diviso fra gli indagati
Rifugiati siriani in un punto di raccolta degli approvvigionamenti - Foto © The New York Times
EMERGENZA UMANITARIA

In Siria i profughi stanno vivendo la fine del mondo

Da dicembre in 900mila hanno lasciato le case per i bombardamenti. Procedono i negoziati
SOLIDARIETÀ

Pet therapy per l'oncologia pediatrica

Sulla Collina degli Elfi, in provincia di Cuneo, gli animali regalano un sorriso ai bambini malati di tumore. Ora una raccolta...
Il luogo della deflagrazione
CATANIA

Bomba davanti a un distributore, morto il ladro

Il giovane, non identificato, era assieme a un complice che è fuggito
EMERGENZA RAZZISMO

"La strage xenofoba di Hanau nasce dall'ignoranza della storia e dall'odio"

Intervista a Interris.it del vescovo Enrico dal Covolo, Assessore del Pontificio Comitato di Scienze Storiche
Il luogo della strage
GERMANIA

Strage di Hanau: 11 morti. Il cordoglio della Merkel

Il killer è un estremista di destra, Tobias R: "Alcuni popoli vanno annientati". Uccisa anche la madre
La disinfezione delle strade
CORONAVIRUS

Cina: "Gli sforzi per il controllo dell'epidemia stanno funzionando"

Morti due passeggeri della Diamond Princess. Scoperta "l'untrice" della Corea del Sud
Prostituzione minorile
AUDIZIONE

Roma: 31 procedimenti per prostituzione minorile

La pm Monteleone: "In aumeno i reati di pedopornografia e molestie sessuali"
Sandra Sabatini
RIMINI

Il 14 giugno la beatificazione di Sandra Sabattini

Alla Fiera di Rimini per ospitare tutti i membri della Comunità Papa Giovanni XXIII
Mons. Alfonso Miranda Guardiola, presidente della Conferenza Episcopale Messicana - Foto © Iglesia Católica en Salida ICES
CHIESA E SOCIETÀ

Femminicidi, parla mons. Guardiola: "Tolleranza zero"

La linea intransigente del presidente dei vescovi messicani: "È un dolore troppo grande"
Camera dei deputati
PRESCRIZIONE

Stop alla legge Costa, ma Iv vota col Centrodestra

Non passa la proposta di Forza Italia contro la riforma Bonafede ma è caos: i renziani ancora contro la maggioranza