SABATO 06 LUGLIO 2019, 11:37, IN TERRIS

USA

Processo a El Chapo: le autorità chiedono 12,6 miliardi

La Procura di Brooklyn ha chiesto ai giudici il recupero della somma ritenuta frutto dei proventi del narcotraffico

DM
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Joaquin Guzman
Joaquin Guzman "El Chapo" al momento del suo arresto
R

ecuperare 12,6 miliardi di dollari da Joaquin Guzman, detto "El Chapo", ex re dei narcos attualmente ancora in attesa del pronunciamento defenitivo a suo carico, previsto per il 17 luglio e già pronosticato come ergastolo: questo quanto richiesto dalla Procura di Brooklyn a un giudice, per costringere il criminale messicano a restituire una somma (pari a 11,2 miliardi di euro) che, secondo i pm, equivarrebbe ai proventi del traffico di droga derivati dal suo cartello. Una richiesta che, come spiegato dai media americani, si baserebbe sulle numerose testimonianze raccolte dai fornitori di stupefacenti, ottenute durante il processo che ha già condannato l'ex boss nel febbraio scorso, per i reati di omicidio e, appunto, traffico di droga, per un totale di 10 capi d'accusa.


La vicenda

Secondo quanto ipotizzato dall'accusa, nei suoi oltre 25 anni a capo del cartello messicano di Sinaloa, uno dei maggiori legati al mondo dei narcos, Guzman avrebbe guadagnato complessivamente 11,8 miliardi di dollari con il traffico di cocaina, 846 milioni con la marijuana e 11 milioni vendendo eroina, denaro poi riciclato attraverso il pagamento di lavoratori e fornitori, oltre che per l'acquisto di beni materiali che, alla fine, hanno portato El Chapo a disporre di una vera e propria fortuna sia in denaro che in proprietà. Al momento del suo fermo, Guzman è stato trovato in possesso di un'intera flotta aerea, oltre che di vetture, strumenti di comunicazone e addirittura sottomarini, tutti beni che avrebbe acquistato tramite le sue attività illecite. Contestazioni fatte subito dopo l'estradizione avvenuta nel 2017 a fronte dell'arresto operato nel gennaio 2016, nella località di Los Mochis, nel Sinaloa, dove Guzman conduceva la sua vita nel lusso, che tentò di difendere prima a colpi di pistola e poi con un disperato tentativo di fuga, fallito.


Carcere duro

La difesa del 62enne, oltre a contestare la mancata identificazione dei 12,6 miliardi per i quali è stata richiesta la confisca, ha puntato sulle condizioni vissute in carcere dal suo assistito, definendole "crudeli e insolite", in particolar modo riferendosi al regime di isolamente vissuto all'interno del Metropolitan correctional Center di Manhattan, dov'è rinchiuso da 29 mesi. Secondo il suo avvocato, la luce nella cella sempre accesa provocherebbe condizioni da "privazione di sonno", mentre la detenzione in una cella senza finestre e la mancanza di accesso alla luce solare avrebbe iniziato a provocare traumi psicologici. Contestazioni contenute in una lettera inviata al giudice Brian Cogan, del Distretto orientale di New York, nella quale vengono avanzate peraltro alcune richieste, come due ore di esercizio all'aperto. Richieste che, a ogni modo, sarebbero state per ora respinte dai magistrati.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
NAPOLI

Corruzione e rivelazione segreti d'ufficio: 5 carabinieri in manette

Tre uomini dell'arma sono stati sospesi per un anno
I controlli alla stampa prima della conferenza stampa del ministro della Salute cinese a Pechino ieri - Foto © The Yomiuri Shimbun via AP Images
ALLERTA MONDIALE

Coronavirus, tutto quello che ancora non sappiamo

Aumentano i casi di contagio nel mondo. I morti salgono a 80

Consumo di droghe: necessario un osservatorio in ogni comune italiano

Siamo quelli che mangiano veg e comprano bio; siamo quelli che recitano il vangelo della sostenibilità e della...
I resti della Delta
CROTONE

Tragico schianto sulla statale Silana Crotonese

Una Nissan si è scontrata frontalmente con una Lancia
Billie Eilish
LOS ANGELES | USA

Grammy, Billie Eilish entra nella storia nella notte dedicata a Bryant

Alicia Keys, in onore di Kobe, ha improvvisato la canzone "It's So Hard to Say Goodbye to Yesterday"
Uno pari, palla al centro

Centrosinistra 1 - Centrodestra 1. Palla al centro?

Bonaccini vince in Emilia Romagna dove il Pd frena la Lega; Santelli trionfa in Calabria. Spariscono i Cinque Stelle
Elezioni Emilia-Romagna
ELEZIONI REGIONALI

Calabria, vince la destra. L'Emilia-Romagna resta a sinistra

I commenti e le reazioni a caldo di tutte le forze politiche. Zingaretti: "Grazie sardine". Salvini: "Orgoglioso...
Alluvioni in Brasile
MINAS GERAIS

Alluvioni in Brasile: 44 vittime, 17mila sfollati

Il presidente Jair Bolsonaro ha assicurato che il suo governo sta facendo "tutto il possibile"
ITALIA

Il Ponte Morandi ci ha condannati. Ora chiediamo giustizia

A Interris.it parla Egle Possetti, Presidente del Comitato Vittime del Ponte Morandi
Kobe Bryant
LA TRAGEDIA

Addio Kobe Bryant, leggenda del basket

Il fuoriclasse del parquet e star dell'Nba è morto in un incidente con il suo elicottero. A bordo sua figlia e altre 7...

I marinai disorientati della politica

"Chi parla semina, chi ascolta miete”, recita un antico proverbio. Al di là del dovuto rispetto per...
Roma-Lazio 1-1. Dzeko sovrasta Strakosha e porta in vantaggio i giallorossi - Foto © Twitter
SERIE A

Roma, derby amaro: con la Lazio è solo 1-1

I giallorossi dominano e vanno avanti con Dzeko ma un errore di Pau Lopez regala il pari ad Acerbi
Poliziotti
ROMA

Poliziotto si suicida in casa: è il settimo da inizio anno

Libero Sindacato di Polizia (Lisipo): "Sempre più vittime. Necessario un pool di psicologi"
Mandela Forum
GIORNO DELLA MEMORIA

Al Mandela Forum per non dimenticare la Shoah

L'eredità ideale e spirituale dei sopravvissuti all'Olocausto per 7 mila studenti degli istituti toscani
Azienda di moda
CATEGORIE

Uno, nessuno, centomila talenti

Da nord a sud le iniziative di promozione dei settori e delle competenze made in Italy. Il ruolo della Camera di Commercio di...
Un frame del video
RAGAZZINE VIOLENTE

Casoria: Baby Gang al femminile picchia amichetta

Il video dell'aggressione di gruppo ha sollevato un caso ed è diventato virale