MERCOLEDÌ 20 MAGGIO 2015, 002:05, IN TERRIS

PENA DI MORTE: IN ARABIA SAUDITA TROPPE CONDANNE, SI CERCANO 8 ASPIRANTI BOIA

Solo nel 2015 ne sono state eseguite 85, numero considerevole se si considera che nel 2014 il numero totale di pene capitali è stato di 87

HORTENSIA HONORATI
PENA DI MORTE: IN ARABIA SAUDITA TROPPE CONDANNE, SI CERCANO 8 ASPIRANTI BOIA
PENA DI MORTE: IN ARABIA SAUDITA TROPPE CONDANNE, SI CERCANO 8 ASPIRANTI BOIA
Stagione di assunzione in Arabia Saudita, dove sui giornali delle più importanti città, il governo ha pubblicato diversi annunci per offrire lavoro. Si cerca il personale adatto per svolgere "pubbliche decapitazioni o amputazioni". La necessità nasce dall'aumento dei giudici nominati che ha conseguentemente portato ad un deficit della manodopera. I boia a disposizione della monarchia wahabita sembrano non reggere il ritmo delle condanne a morte: solo nel 2015 ne sono state eseguite 85 rispetto alle 87 complessive del 2014.

L’ultimo è stato Rabie Al Saiari. Condannato a morte per spaccio di hashish, è salito sul patibolo mercoledì scorso. Secondo Amnesty International l'Arabia Saudita è il terzo Paese al mondo per numero di pene capitali, subito dopo la Cina e l'Iran. Dai dati emerge inoltre che la metà delle condanne a morte coinvolge stranieri, molto spesso proveniente da Pakistan, Yemen, Siria, Giordania, India, Indonesia, Birmania, Ciad, Eritrea, Filippine e Sudan.

Tornando all'annuncio sui giornali, questo tipo di lavoro comporta qualifica e stipendio di "funzionario religioso" e non prevede l'obbligo di conoscenze specifiche in nessun settore. Secondo quanto riferito da uno studio di "Human Rights Watch", delle pene capitali effettuate nel 2015, almeno 35 sarebbero avvenute per reati di droga, un numero che vorrebbe dare ragione dell'aumento delle condanne a morte. Per molti però, il fenomeno è riconducibile all'intensificazione dei controlli per i gruppi terroristici di matrice jihadista.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau
Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi in una foto d'archivio
BRUXELLES

Gentiloni difende il ministro Boschi

Il premier: "Ha chiarito, sarà candidata Pd"
Rahul Gandhi
INDIA

Rahul Gandhi è il leader del Partito del Congresso

Nipote di Indira, succede alla madre, l'italo-indiana Sonia
Il Muro del Pianto
GERUSALEMME

La Casa Bianca: "Il Muro del Pianto è parte di Israele"

Fonti dell'amministrazione: "Impensabile uno scenario diverso". Scontri e morti nella regione