LUNEDÌ 13 APRILE 2015, 13:39, IN TERRIS

PAURA IN LIBIA, BOMBA ALL'AMBASCIATA MAROCCHINA A TRIPOLI

L'attentato rivendicato dall'Isis si è verificato a poche ore di distanza da un assalto alla sede diplomatica della Sud Corea dove hanno perso la vita due guardie

AUTORE OSPITE
PAURA IN LIBIA, BOMBA ALL'AMBASCIATA MAROCCHINA A TRIPOLI
PAURA IN LIBIA, BOMBA ALL'AMBASCIATA MAROCCHINA A TRIPOLI
Una bomba è esplosa all'ingresso dell'ambasciata del Marocco a Tripoli. L'attentato, secondo quanto riportato da un funzionario della sicurezza, non avrebbe causato vittime ma seri danni alla struttura e ad un edificio vicino. La sede diplomatica non risulta attiva, Rabat infatti ha ritirato il suo staff sotto ordine del sovrano Mohammed VI e ancora non è chiaro se qualcuno era presente negli uffici al momento dell'attacco.

Alcuni testimoni riferiscono di aver sentito una forte deflagrazione che ha fatto tremare le case vicine. Diverse ore dopo l'esplosione i militanti del Daesh che hanno giurato fedeltà all'Isis hanno rivendicato l'attentato. Il Marocco sarebbe nel mirino dello Stato Islamico dopo che lo scorso mese ha ospitato i negoziati sotto egida dell'Onu tra i due governi libici rivali: Tripoli e Tobruk, quest'ultimo riconosciuto internazionalmente.

L'attacco segue di poche ore l'assalto alla sede diplomatica della Sud Corea da parte di due uomini armati nella stessa città. I terroristi avrebbero aperto il fuoco da una macchina in corsa uccidendo due guardie e ferendone una terza. Fonti del ministero degli Esteri di Seoul hanno dichiarato che si sta valutando la possibilità di trasferire l'ambasciata, senza però riferire dettagli sulla località. Intanto Nella parte est del Paese le truppe filo-governative stanno preparando nei pressi di Bengasi l'offensiva finale contro Ansar al Sharia. Da ieri si contano già 2 morti negli scontri.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano