MARTEDÌ 29 NOVEMBRE 2016, 16:00, IN TERRIS

Offensiva su Mosul, Abadi: "L'Isis non potrà resistere ancora per molto"

Il premier iracheno ottimista su Trump: "E' un uomo pragmatico. Il sostegno Usa sarà aumentato"

AUTORE OSPITE
Offensiva su Mosul, Abadi:
Offensiva su Mosul, Abadi: "L'Isis non potrà resistere ancora per molto"
Il permier iracheno, Haidar al Abadi, si è detto convinto che i jihadisti dell'Isis non potranno resistere a lungo a Mosul, la loro roccaforte in Iraq, per la cui riconquista le forze lealiste stanno conducendo un'offensiva che dura ormai da sei settimane. Abadi, che parlava in un'intervista all'agenzia Ap, si è anche detto certo che con Donald Trump alla Casa Bianca il sostegno degli Usa a Baghdad nella lotta contro il sedicente Stato islamico si rafforzerà e ha definito il presidente eletto "un uomo pragmatico".

L'Isis, ha aggiunto Abadi, "non ha più il coraggio e la motivazione per combattere come faceva prima". Ma il premier non ha precisato quante siano state le perdite tra le forze lealiste nell'offensiva su Mosul, in corso dal 17 ottobre, e che finora ha permesso di riconquistare solo alcuni quartieri orientali, pari a non più di un decimo della città. Quanto a Trump, il primo ministro ha ricordato la telefonata avuta con lui dopo la sua vittoria elettorale: "Mi ha assicurato - ha detto - che il sostegno degli Usa non solo continuerà, ma sarà aumentato".

Intanto il comandante delle forze anti-terrorismo, il generale Abdul Ghani al Asaadi, ha fatto sapere che dall'inizio dell'offensiva sono stati uccisi 990 jihadisti. L'avanzata delle truppe lealiste è stata rallentata, ha spiegato, perché i combattimenti hanno incominciato ad investire aree densamente popolate e c'è il timore di alte perdite tra i civili. A questo proposito, il sindaco di Mosul, Hussein Hashim, ha detto che sono almeno 50 i cittadini morti e 300 quelli feriti dall'inizio dell'offensiva. Inoltre, due o tre civili continuano a morire ogni giorno e numerosi altri a rimanere feriti a causa dei bombardamenti con i mortai compiuti dai miliziani del Califfato sui quartieri nell'est della città da cui si sono ritirati.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
VITERBO

Anziani coniugi trovati morti in casa

La coppia era stata avvolta nel cellophane. Ricercato il figlio che viveva con loro
COPPA ITALIA

Fiorentina e Milan, tris per i quarti

Stese Samp e Verona (3-2 e 3-0): derby al prossimo turno per Gattuso. Forte contestazione a Donnarumma
Giuseppe Sala
EXPO 2015

Sala accusato di concorso in abuso d'ufficio

Al sindaco di Milano è stato contestato il reato in relazione al capitolo "verde" dell'appalto per la...
Silvio Berlusconi
RISCHIO STRAPPO

Berlusconi: "Salvini? Fa i capricci"

Il leader del Carroccio duro dopo il 'no' di Forza Italia alle legge sui reati gravissimi: "Stop agli...
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"