GIOVEDÌ 09 APRILE 2015, 10:42, IN TERRIS

NUCLEARE, PASSO INDIETRO DI ROUHANI:“FIRMEREMO SOLO DOPO IL RITIRO DELLE SANZIONI

A una settimana dall'incontro di Losanna il presidente iraniano mette di nuovo in discussione l'intesa raggiunta con le potenze mondiali

AUTORE OSPITE
NUCLEARE, PASSO INDIETRO DI ROUHANI:“FIRMEREMO SOLO DOPO IL RITIRO DELLE SANZIONI
NUCLEARE, PASSO INDIETRO DI ROUHANI:“FIRMEREMO SOLO DOPO IL RITIRO DELLE SANZIONI
La dichiarazione del presidente iraniano, Hassan Rouhani, sul nucleare, sembrano dimostrare un passo indietro da parte della Repubblica Islamica sulle decisioni raggiunte con fatica a Losanna. Il leader di Teheran avverte che il 30 giugno, data ultima per ufficializzare l'intesa, non ci sarà nessun accordo se prima non verranno ritirate tutte le sanzioni.

Le potenze occidentali, Usa in primis, hanno invece previsto nell'incontro in Svizzera di revocare le misure punitive introdotte nel corso degli anni solo dopo la verifica del rispetto degli impegni assunti dalla Repubblica Islamica da parte dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica. "Non firmeremo alcuna intesa fino a quando tutte le sanzioni non saranno rimosse nella data stabilita. Vogliamo un accordo che rappresenti una vittoria per tutte le parti coinvolte nei colloqui", ha puntualizzato Rouhani.

Il monito è rivolto soprattutto agli Stati Uniti che da sempre hanno promosso una graduale abolizione delle restrizioni economiche, una forma di garanzia sul programma per il nucleare approvato negli ultimi giorni Diciotto mesi e otto giorni di lunghe trattative sembravano essere bastate, ma a distanza di una settimana dalla riunione del 5+1 con l'Iran a Losanna, le dichiarazioni del presidente della Repubblica Islamica sgretolano le certezze delle potenze mondiali sulla possibilità di trovare un punto di incontro sul tema del nucleare.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
Brexit (repertorio)
BREXIT

Ok del Consiglio alla "fase due"

May: "Passo importante". I leader Ue: "Ora inizia il difficile"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana