MERCOLEDÌ 15 MAGGIO 2019, 10:24, IN TERRIS


LA SCELTA

Nucleare: l'Iran sospende alcuni obblighi

Una settimana fa l'ultimatum di Rohani ai partner per mantenere in vita l'intesa

DANIELE VICE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Una centrale nucleare iraniania
Una centrale nucleare iraniania
T

heran ha formalmente sospeso alcuni dei suoi obblighi previsti dall'accordo sul nucleare del 2015, in esecuzione di quanto annunciato una settimana fa dal presidente Hassan Rohani nel suo ultimatum ai restanti partner per mantenere in vita l'intesa dopo il ritiro unilaterale degli Usa. Lo riferiscono fonti dell'Organizzazione per l'energia atomica di Teheran, citate dall'Irna.


Sospesi

Gli obblighi previsti dal piano d'azione globale congiunto (Jcpoa) che sono stati interrotti riguardano le riserve in eccesso di uranio arricchito e acqua pesante, che non saranno più esportate per limitarne la quantità a disposizione dell'Iran. Teheran ha precisato che se entro 60 giorni raggiungerà un accordo con i partner, tornerà a rispettare questi limiti sulle riserve come previsti dall'intesa. 


La sfida

Durante un incontro con la Guida suprema, l'ayatollah Ali Khamenei, il presidente iraniano, Hassan Rohani, si è detto convinto che il Paese supererà il momento difficile che sta vivendo grazie "alla solidarietà e all'unità nazionale, alla resistenza, alla pianificazione e a una migliore gestione delle risorse", facendo così fallire il piano degli Stati Uniti di metterlo in ginocchio. Nel suo discorso, citato dall'Irna, Rohani ha fatto riferimento in particolare al contributo allo sviluppo che giungerà con l'inaugurazione delle 15 fasi del giacimento di gas South Pars, il più grande al mondo, che è condiviso con il Qatar e secondo le stime raddoppierà la produzione di gas di Teheran. Il presidente iraniano ha quindi sottolineato l'importanza di altri progetti per lo sviluppo dell'agricoltura, in modo da ridurre la dipendenza dalle importazioni.


In partenza

Il Dipartimento di Stato americano ha intanto ordinato la partenza dall'Iraq del "personale governativo Usa non indispensabile". Lo riferiscono i media arabi. L'ordine riguarda il personale impiegato all'Ambasciata degli Stati Uniti a Baghdad e al Consolato Usa a Erbil. Il provvedimento - comunicato dal Dipartimento di Stato - viene giustificato con la "limitata capacità di fornire servizi di emergenza ai cittadini statunitensi in Iraq" da parte del governo di Washington. A preoccupare gli Stati Uniti è però l'escalation degli ultimi giorni con l'Iran che rischia di mettere in pericolo i cittadini americani presenti nella regione. 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
TUTELA MINORI

Ostia: foto a bimbi in costume, arrestati

Nei confronti dei due indagati sono stati disposti ulteriori accertamenti
Maria Antonietta Rositani e l'ex marito
BARI

Si aggravano le condizioni di Maria Antonietta Rositani

La donna, bruciata dall'ex marito mesi fa, è stata operata d'urgenza all'intestino
CLIMA

Meteo: caldo in ripresa al Centro-Sud

Le ultime analisi degli esperti fanno temere anche temperature sopra la media
Saracinesche abbassate
CONFESERCENTI

Commercio in tilt: chiudono 14 negozi al giorno

Una "emorragia che ha bruciato almeno 3 miliardi di euro di investimenti delle imprese"
I soccorsi
ALPINISMO

Recuperato l'alpinista piemontese ferito in Pakistan

"Francesco Cassardo è sull'elicottero verso Skardu" ha detto il compagno di cordata
Un incendio esteso nello Stato di Alberta, Canada
OCCHIO SULL'ARTICO

In fiamme l’ex regno dei ghiacci perenni

Il Circolo Polare brucia, oltre 100 incendi da giugno
Il duomo di Genova
SOLIDARIETÀ

Genova, per sostenere il Museo Diocesano basta un clic

Ai mecenati giungono costanti informazioni sullo stato delle opere
MONDO LAVORO

Furbetti del cartellino, spaccato di un'Italia problematica

Assenteismo e raccomandazioni: due facce di una questione che è anche politica
Un traghetto in un porto laziale
SCIOPERO

Settimana di caos per il trasporto pubblico

Tra il 24 e il 26 luglio, treni, aerei e navi rimarranno fermi
Cittadini newyorkesi cercano refrigerio nelle fontane pubbliche
ESTATE ASSASSINA

Emergenza caldo negli Usa, la prima vittima è un atleta

Stati Uniti stretti nella morsa rovente, le città dispongono piani d'assistenza