DOMENICA 07 MAGGIO 2017, 009:00, IN TERRIS

Nigeria: Boko Haram rilascia 82 delle studentesse rapite a Chibok

Lo ha comunicato il governo. Le ragazze si trovano a Banki, in attesa di essere trasferite a Maiduguri. Erano state sequestrate nel 2014

EDITH DRISCOLL
Nigeria: Boko Haram rilascia 82 delle studentesse rapite a Chibok
Nigeria: Boko Haram rilascia 82 delle studentesse rapite a Chibok
Tornano a casa 82 delle 250 studentesse nigeriane rapite da Boko Haram a Chibok nel 2014. Secondo un comunicato del governo citato dalla stampa locale, il rilascio è frutto di intensi negoziati da tempo in atto tra il gruppo integralista islamico e il governo federale. In attesa di essere trasportate in aereo a Maiduguri, capoluogo dello stato federale di Borno, le ragazze si trovavano a Banki, località nigeriana al confine con il Camerun, dove sono state verificate le loro condizione di salute.

Nel comunicato del governo di Abuja, la liberazione delle ragazze, tutte liceali portate via con la violenza poco più di tre anni fa dalla loro scuola dai miliziani jihadisti, è avvenuta proprio vicino alla frontiera tra la Nigeria e il Camerun. Cioè il Paese nel quale i Boko Haram hanno costituito numerose basi dopo aver subito ripetuti rovesci in seguito all'offensiva scatenata dall'esercito del presidente Muhammadu Buhari, musulmano, che ha fatto della lotta all'integralismo islamico uno dei punti di forza del suo governo.

Le studentesse rapite il 14 aprile 2014 mentre erano a scuola nella città di Chibok, nel nord-est del Paese, sono 276. Solo una cinquantina tra le giovani in quel momento nella scuola riuscirono a fuggire. Numerose decine sono poi state liberate in questi anni a gruppi, mai numericamente così consistenti come quello di cui è stata data notizia in serata. Finora nelle mani dei Boko Haram c'erano ancora 195 prigioniere.

La tragedia era stata all'origine di un movimento mondiale che chiedeva la liberazione delle ragazze ed è stato denominato "Bring Back Our Girls". L'organizzazione nigeriana che rappresenta le famiglie delle ragazze in nottata ha twittato che "le speranze sono grandi a proposito del numero delle giovani liberate. Speriamo che il numero più alto sia quello vero e che venga confermato". Alcune fonti di stampa infatti hanno riferito che solo 50 studentesse hanno ritrovato la libertà. Da quando hanno avviato la loro jihad contro il governo di Abuja i Boko Haram hanno ucciso oltre 20mila persone e costretto ad abbandonare i loro villaggi plù di 2 milioni di persone.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
EUROPA LEAGUE

Atalanta e Milan, cinquine per i sedicesimi

Orobici e milanesi, con un 5-1, passano il turno con una giornata di aniticipo. Pari della Lazio
Robinho
VIOLENZA SESSUALE

Robinho condannato a nove anni

L'attaccante dell'Atletico Mineiro, ex Milan, avrebbe praticato una violenza di gruppo nel 2013
Una foto d'archivio di Pietro Orlandi con il manifesto che ricorda la sorella Emanuela
GIALLO IRRISOLTO

Caso Orlandi, presentata denuncia in Vaticano

L'avvocato Sgrò: "Emersi nuovi dati, speriamo che la Gendarmeria indaghi"
Il premier Gentiloni e il ministro dell'Economia Padoan
ETÀ PENSIONABILE

Nel 2019, stop all'aumento a 67 anni per 14.600

Presentato l'emendamento del Governo: aumentano a 15 i lavori gravosi
Il Sostituto della Segreteria di Stato mons. Angelo Becciu
MALESIA

Inaugurata la Nunziatura "green"

Il sostituto mons. Becciu ricorda la libertà religiosa sancita dalla Costituzione
TRAGEDIA DEL RIGOPIANO

Altre 23 informazioni di garanzia per il disastro

A spedirle la Procura di Pescara: la valanga aveva provocato 29 vittime
Papa Francesco riceve in udienze le famiglie francescane in Vaticano
VATICANO

La peggiore delle mondanità secondo Bergoglio

Il Pontefice riceve in udienza il Primo e Terz’Ordine regolare francescano
Monsignor Lorenzo Leuzzi
VESCOVI

Monsignor Leuzzi trasferito a Teramo

Nominati ausiliari a Roma don Paolo Ricciardi e padre Daniele Libanori