SABATO 20 GIUGNO 2015, 12:16, IN TERRIS

NEL 2014 RECORD DI ATTACCHI TERRORISTICI IN SIRIA, IRAQ E NIGERIA

Secondo un rapporto Usa in un anno si sono registrati 33mila morti. Più 80% rispetto al 2013

MILENA CASTIGLI
NEL 2014 RECORD DI ATTACCHI TERRORISTICI IN SIRIA, IRAQ E NIGERIA
NEL 2014 RECORD DI ATTACCHI TERRORISTICI IN SIRIA, IRAQ E NIGERIA
In un solo anno, nel 2014, almeno 33mila persone sono morte a causa di attacchi terroristici. Rispetto al 2013, inoltre, vi è stato un incremento nel numero delle vittime superiore all’80% e della frequenza degli scontri aumentati del 35%. A denunciare la strage, l’ultimo rapporto del Dipartimento di Stato americano che ha preso in esame tutti gli eventi legati a gruppi radicali dell’anno passato. Secondo i dati forniti, la maggioranza delle morti sono state provocate dalle barbarie dei gruppi fondamentalisti islamici quali l’Isis in Iraq e in Siria e Boko Haram in Nigeria. Il rapporto della diplomazia Usa evidenzia come il singolo episodio di violenza di maggiore entità sia stato quello relativo al massacro di 670 sciiti a Mosul, la seconda città irachena e la prima conquistata dall’Isis lo scorso giugno.

L'altra piaga legata al terrorismo di matrice islamica sono i rapimenti: nel 2014 sono state prese in ostaggio 9.400 persone, tre volte il numero dei rapiti nel 2013. Nel rapporto si evidenzia come la strategia dell’Isis comprenda l’eliminazione sistematica delle minoranze religiose dell'area - quali cristiani e yazidi - e l’uccisione del giornalisti occidentali. Il 2014 ha anche visto l'acuirsi della ferocia delle tecniche terroristiche, decapitazioni e crocifissioni usate come armi di uccisione di massa. Boko Haram, recentemente legatasi all’Isis, si è contraddistinta in omicidi di massa, lapidazioni e rapimenti di bambini nel nord est della Nigeria, nel Camerun settentrionale e nel sud-est del Niger. Il collasso post primavere arabe dei governi di Stati come Yemen, Siria, Libia, Nigeria e Iraq, sono la principale causa dell’ampliarsi dell'estremismo radicale.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...
prostitute
PROSTITUZIONE

Cisl Campania contro la tratta

Una conferenza a Napoli per promuovere strumenti di contrasto al fenomeno
L'esultanza dei Granata
CALCIO | SERIE A

Lazio, Immobile-rosso: il Toro espugna l'Olimpico

I granata vincono 3-1 a Roma ma è furia biancoceleste per l'espulsione dell'attaccante
VAPRIO D'ADDA

Uccise ladro in casa: archiviata l'accusa di omicidio

Riconosciuta la legittima difesa a Francesco Sicignano: colpì a morte un giovane albanese nel 2015
Luigi Di Maio
FESTIVITÀ

Negozi chiusi a Natale,
Di Maio: "Famiglie più felici"

Il candidato premier torna sulla proposta di legge di Dell'Orco: "Tutti hanno diritto al riposo"