LUNEDÌ 11 MAGGIO 2015, 18:00, IN TERRIS

MOGHERINI ALL'ONU: ECCO IL PIANO UE SUI MIGRANTI

La bozza poggia su quattro pilastri e approderà mercoledì sul tavolo del collegio dei commissari per l'approvazione

CLAUDIA GENNARI
MOGHERINI ALL'ONU: ECCO IL PIANO UE SUI MIGRANTI
MOGHERINI ALL'ONU: ECCO IL PIANO UE SUI MIGRANTI
Sembra sia quasi pronta la svolta europea sulle strategie per l’immigrazione. L’Alto rappresentante della politica estera, Federica Mogherini, anticipa oggi il piano, durante la prima riunione del Consiglio di Sicurezza dell’Onu, per sensibilizzare i membri permanenti non europei in vista dell’altra partita decisiva che si giocherà al Palazzo di Vetro, cioè la discussione sul mandato della missione nelle acque libiche per combattere contro i trafficanti e distruggere i barconi “prima che siano usati”, come indicato nel vertice europeo straordinario.

L’Agenda per l’immigrazione preparata dal commissario Dimitri Avramopulos finalizzata dai capi di gabinetto approderà mercoledì sul tavolo del collegio dei commissari per l’approvazione. Quattro i pilastri su cui si fonda la strategia: aiuto ai Paesi di origine e transito di migranti, controllo delle frontiere a sud della Libia e nei Paesi limitrofi, missioni di sicurezza e difesa contro trafficanti e scafisti, infine – il più controverso – l’obbligatorietà della suddivisione dei profughi in base a un meccanismo di quote.

Questo punto prevede quote obbligatorie da stabilire in base alla ricchezza del Paese, al tasso di disoccupazione, ai numeri degli asili già concessi. La Commissione ha deciso di invocare l'articolo 78.3 del Trattato di Lisbona, finora mai applicato: "Qualora uno o più Stati membri debbano affrontare una situazione di emergenza caratterizzata da un afflusso improvviso di cittadini di Paesi terzi, il Consiglio, su proposta della Commissione, può adottare misure temporanee a beneficio dello Stato membro o degli Stati membri interessati", recita il testo. Grazie ad esso, la Commissione potrà mettere la questione delle quote su una 'corsia preferenziale', e il Consiglio dovrà approvarla a maggioranza, quindi il veto di alcuni non basterà a bloccare il provvedimento fortemente voluto dal presidente Jean Claude Juncker. Secondo Bruxelles, la valutazione d'emergenza già esiste, "perché sono i numeri a dirlo". Centinaia di migliaia di richieste (130mila sbarchi in Italia nell'ultimo anno e oltre 200mila richieste di asilo previste in Europa) sono "sicuramente un'emergenza", secondo l'esecutivo Ue. Nella bozza che circola, i numeri dei rifugiati da ricollocare non sono ancora specificati. La forbice va da 5000 a 20mila, ma Avramopoulos spera che ci si avvicini molto più al secondo che al primo.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
La bandiera del Puerto Rico
I LEADER RELIGIOSI DEL PUERTO RICO

"Stop all'aumento delle tasse o la ripresa sarà impossibile"

Cattolici ed evangelici in una lettera al Congresso Usa: "Non siamo cittadini di serie b"
Catalani al voto (repertorio)
CATALOGNA

Sondaggi incerti: sul voto peserà il dato dell'affluenza

Si recherà alle urne l'82% dei cittadini e questo potrebbe spostare gli equilibri
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...