MERCOLEDÌ 06 MAGGIO 2015, 19:01, IN TERRIS

MESSICO: NUOVE VIOLENZE DEI NARCOS, 15 MORTI SOLO NEL WEEK END

Un elicottero dell'esercito è stato abbattuto con un lanciarazzi, uccidendo i sei soldati a bordo

AUTORE OSPITE
MESSICO: NUOVE VIOLENZE DEI NARCOS, 15 MORTI SOLO NEL WEEK END
MESSICO: NUOVE VIOLENZE DEI NARCOS, 15 MORTI SOLO NEL WEEK END
Un elicottero dell’esercito è stato abbattuto con un lanciarazzi uccidendo i sei soldati a bordo, per un totale di 15 morti solo nel fine settimana: l’ondata di violenza criminale che insanguina in Messico si è spostata verso Jalisco, nella parte occidentale del Paese, dove opera un potente cartello di narcos che è diventato ora il secondo più potente del Messico.

Il commissario nazionale per la Sicurezza, Alejandro Rubido, ha dovuto ammettere che si è trattato di “un fatto inedito nella storia” della lotta contro i narcotrafficanti. Ai 6 militari che viaggiavano nell’elicottero abbattuto, infatti, si aggiungono 8 criminali e un responsabile della procura locale, tutti uccisi in un’ondata di attacchi armati sferrati durante il fine settimana, che le autorità attribuiscono al cartello Jalisco Nueva Generaciòn.

Il governatore dello stato, Aristoteles Sandoval, ha detto che l’ondata di violenza è stata organizzata in risposta a una vasta operazione di polizia lanciata per catturare Nemesio Oseguera, detto El Mencho, boss dell’organizzazione. Secondo il responsabile della Sicurezza nello stato, Luis Carlos Najera Gutierrez, “succede sempre così quando El Mencho è sotto assedio”, ricordando che anche nel 2012 i narcos avevano organizzato, come ora, decine di posti di blocco sulle strade locali, per dimostrare il loro controllo del territorio.

Per combattere questo gruppo, le autorità hanno creato la Forza Unica di Jalisco, un organismo che coordina il lavoro delle diverse agenzie di sicurezza. Ma secondo testimonianze raccolte dai media locali, la corruzione del narcotraffico lo ha già raggiunto. Un agente ha raccontato che quando arrestano un criminale, “se appartiene al cartello che controlla Jalisco in quel momento, ti ordinano di restituirgli le armi e la droga e di lasciarlo andare”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Recep Tayyip Erdogan
CAOS GERUSALEMME

Erdogan al vetriolo: "Israele terrorista"

Il presidente turco apre il vertice dell'Oic: "La Città santa sia capitale della Palestina"