MARTEDÌ 04 AGOSTO 2015, 13:30, IN TERRIS

MESSICO: LE ASSOCIAZIONI DEI GIORNALISTI CHIEDONO GIUSTIZIA PER L’ASSASSINIO DI ESPINOSA

Con Rubén sono quattordici i giornalisti uccisi a Veracruz dal dicembre del 2010, cinque dal gennaio scorso

MILENA CASTIGLI
MESSICO: LE ASSOCIAZIONI DEI GIORNALISTI CHIEDONO GIUSTIZIA PER L’ASSASSINIO DI ESPINOSA
MESSICO: LE ASSOCIAZIONI DEI GIORNALISTI CHIEDONO GIUSTIZIA PER L’ASSASSINIO DI ESPINOSA
Le associazioni di giornalisti messicane, insieme a numerose organizzazioni internazionali per i diritti umani, hanno fortemente condannato la brutale uccisione del fotoreporter Ruben Espinosa, trovato morto dopo essere stato torturato con altre 4 donne nella capitale messicana. I gruppi chiedono che sia fatta giustizia per questo ennesimo attacco violento contro i media del Paese sudamericano, segnato dai cartelli del narcotraffico.

Il reporter 32enne - che lavorava come fotografo per l’agenzia di stampa Cuartoscuro e il settimanale Proceso - da molto tempo denunciava la violenza contro la libertà di espressione da parte delle autorità di Veracruz. L’uomo è stato ucciso venerdì sera in un appartamento insieme alla sua amica Nadia Vera, un’attivista sociale che conviveva con altre due ragazze, e alla donna delle pulizie. I cinque sono stati tutti freddati con un colpo alla testa e i loro corpi - trovati con le mani e i piedi legati - presentavano segni di tortura.

Con Rubén sono 14 i giornalisti assassinati in Veracruz dall’entrata in carica del governatore Duarte Ochoa, nel dicembre 2010. Quattro di loro sono stati trovati morti nei primi sette mesi del 2015. E ieri, poche ore prima che in varie città del Paese si svolgessero manifestazioni per chiedere giustizia per Rubén e le 4 donne assassinate, in Veracruz un commando ha sparato contro la redazione – in quel momento deserta – del quotidiano Presente, e ha appiccato il fuoco causando gravi danni.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
Brexit (repertorio)
BREXIT

Ok del Consiglio alla "fase due"

May: "Passo importante". I leader Ue: "Ora inizia il difficile"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana