MERCOLEDÌ 12 SETTEMBRE 2018, 12:06, IN TERRIS


GERMANIA

Merkel tuona contro l'estrema destra

Bundestag scosso dal caso Maassen. La cancelliera: "Ingiustificabili violenza e slogan nazisti"

ALBERTO TUNO
Angela Merkel
Angela Merkel
"O

dio, ricorso alla violenza, slogan nazisti, ostilità nei confronti dei poliziotti e delle persone che hanno un aspetto diverso dal nostro e sono proprietari di un negozio ebraico non hanno né scuse, né giustificazioni". Così Angela Merkel, nel suo intervento al Bundestag, ha condannato ogni tentativo di "legittimare" o giustificare atti di violenza come quelli che si sono verificati due settimane fa alle manifestazioni di destra estrema a Chemnitz, in Sassonia.


Doppio messaggio

"Non sono possibili sconti di alcun genere quando si tratta del rispetto della dignità umana" ha detto la cancelliera. Il riferimento è al caso Maassen, il capo degli 007 tedeschi accusato di aver strizzato l'occhio all'estrema destra di Afd, alla vigilia e dopo i fatti di Chemnitz. Un messaggio che Merkel recapita anche al ministro degli Interni, Horst Seehofer. 


Rispetto delle regole

"Noi non permetteremo che interi gruppi sociali vengano esclusi dalla nostra società", ha detto ancora la cancelliera rivolgendosi ai parlamentari tedeschi. "Ebrei e musulmani appartengono alla nostra società, alle nostre scuole e ai nostri partiti esattamente come cristiani ed atei". La questione se su questo via sia un consenso generale "decide della nostra coesione", ha aggiunto. Ma allo stesso tempo Merkel ha espresso anche "comprensione per chi si è indignato" dopo la morte violenta di un giovane a Chemnitz, episodio che aveva poi provocato le proteste di varie organizzazioni di estrema destra: "Dobbiamo risolvere un compito" quando si scopre che le persone sospettate di omicidio sono richiedenti asilo con precedenti, "ma questa indignazione non è una scusa per inscenare manifestazioni piene di disprezzo per il prossimo", ha precisato.
"Ci sono delle regole che vanno rispettate e che non possono essere sostituite dalle emozioni. Sta in questo la natura di uno Stato di diritto". Merkel non ha perso l'occasione per difendere con decisione un modello di società determinata da "una coesistenza buona e tollerante".

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La sede della Corte suprema polacca
GIUSTIZIA

Polonia deferita davanti alla Corte Ue

Secondo la Commissione la riforma della Corte suprema viola l'indipendenza dei giudici
Il viadotto Marco Polo, in via di Varlungo a Firenze, teatro dell'aggressione
FIRENZE

Aggredita e violentata una studentessa

La violenza è avvenuta poco dopo mezzanotte in via di Varlungo
TERREMOTO

Crollo del campanile di Accumoli, al via il processo

La torre campanaria piombò sul tetto dell'edificio adiacente uccidendo la famiglia Tuccio
Brexit
BREXIT

May al bivio, c'è lo spettro del voto bis

Ore calde per la premier dopo il flop di Salisburgo, Corbyn non chiude al nuovo referendum ma spinge per le elezioni anticipate
VACCINI

Nas scoprono false certificazioni: sette denunce

Il reato ipotizzato nei loro confronti è di falso ideologico
UGANDA

Le missioni aiutano mamme e neonati in ospedale

Al “St Luke Health Centre" acquistati un'ambulanza, incubatrici e macchinari per le ecografie
BOLOGNA

Frode fiscale internazionale: 16 indagati

Sequestrati beni mobili e immobili per quasi 25 milioni di euro
I soccorsi davanti l'archivio di Stato ad Arezzo il giorno della tragedia
TRAGEDIA NELL'ARCHIVIO DI STATO

Dipendenti morti ad Arezzo: 5 indagati

Disposta l'autopsia sui corpi dei due dipendenti deceduti a causa dell'intossicazione da argon
TUNISIA

Alluvioni a Cap Bon: almeno 6 morti

Le piogge torrenziali in Tunisia sono state provocate dal ciclone che si è formato nel Mar Tirreno e che nei giorni scorsi...
Arresti nella cosca Alvaro
REGGIO CALABRIA

‘Ndrangheta: smantellata la cosca Alvaro

Tra i 18 fermi anche il sondaco di Delianuova Francesco Rossi
Aleksei Navalny
RUSSIA

E' durata poco la libertà di Navalny

Oppositore scarcerato e poi arrestato. Ha partecipato a proteste non autorizzate
Il Papa durante l'incontro con le autorità lettoni - Foto © Vatican Media
VIAGGIO NEI PAESI BALTICI

Il Papa a Riga: "La libertà è costruita sulle radici"

Il Santo Padre incontra le autorità lettoni: "La maternità della Lettonia focalizza strategie per le...