GIOVEDÌ 18 GIUGNO 2015, 19:20, IN TERRIS

MERKEL ALL'EUROGRUPPO: "UN ACCORDO CON LA GRECIA E' ANCORA POSSIBILE"

Continua il tira e molla tra Atene e i creditori sul debito greco

AUTORE OSPITE
Ancora una volta è la cancelliera tedesca Angela Merkel a cercare una soluzione diplomatica, e si dice “convinta” che un accordo tra Grecia e creditori “è ancora possibile”. Lo fa parlando ai deputati del Bundestag, il suo parlamento, all’indomani delle nuove prese di posizioni radicali da parte di Alexis Tsipras nel giorno di un Eurogruppo che nonostante le premesse, non porterà alcun passo in avanti nella trattativa tra Atene e i creditori internazionali. “Resto convinta che quando si vuole, si può”, ha dichiarato ancora la Merkel. “Se i responsabili greci hanno questa volontà, un accordo resta possibile”, ma la Grecia deve “dedicarsi in maniera decisa alle riforme strutturali promesse”, ha aggiunto.

Sempre secondo la cancelliera “diversamente da Atene, Portogallo, Irlanda e Spagna hanno affrontato i programmi e stanno di nuovo sulle loro gambe”. Ha anche ribadito il concetto espresso più volte negli ultimi giorni, quando è rimasta uno dei pochi politici a moderare i toni: “Gli sforzi della Germania restano tesi a che la Grecia rimanga nell’Eurozona”

Alla partenza dell’Eurogruppo, intanto, emergono voci di una possibile svolta nelle trattative. Arrivano dal quotidiano ellenico Kathimerini, per il quale la Commissione Ue e la Bce starebbero lavorando alla bozza di un possibile comunicato per la ristrutturazione del debito se la Grecia farà l’accordo con i creditori. Una possibilità che il presidente dell’Eurogruppo non ha escluso, ma Jeron Dijsselbloem ha poi aggiunto: “Ristrutturazione solo se necessaria”. Il portavoce della Commissione Ue, Margaritis Schinas, su una possibile Grexit, continua intanto a mantenere la linea della “irreversibilità” dell’euro.

Sul destino di Atene è intervenuta anche Christine Lagarde, direttrice del Fmi, che ha chiarito che la Grecia finirà in default il 1 luglio se non rimborserà al Fondo gli 1,6 miliardi dovuti entro il 30 giugno. Per Lagarde la scadenza è definitiva, non c’è possibilità di rinvio. “Sarà in default – ha dichiarato – ma i spero non sia così”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Andrea La Rosa
MILANO

Trovato morto l'ex calciatore La Rosa

Il 35enne era scomparso lo scorso 16 novembre: il suo corpo è stato rinvenuto nel bagliaio di un'auto
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Mai mentito al Parlamento"

Presidente della Consob: "Parlai della questione con lei"
Le
F1

Niente più "ombrelline" sulla griglia di partenza

Chase Carey: "Una giusta decisione per il futuro dello sport è necessaria"
Il premier italiano, Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Le quote obbligatorie sono il minimo sindacale”

Il Premier al termine del V4: "Serve più impegno da parte della Ue"
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
Papa Francesco in piazza San Pietro
PAPA FRANCESCO

"Educhiamo i giovani all'arte del dialogo"

Ricevuti gli ambasciatori di Yemen, Nuova Zelanda, Swaziland, Azerbaijan, Ciad, Liechtenstein e India presso la Santa Sede
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso