VENERDÌ 05 GIUGNO 2015, 19:15, IN TERRIS

MARTEDI' PROSSIMO L'INCONTRO TRA IL MINISTRO DELLE FINANZE GRECO E L'OMOLOGO TEDESCO

Continuano le trattative politiche e tecniche per uscire dallo stallo della situazione di Atene

AUTORE OSPITE
MARTEDI' PROSSIMO L'INCONTRO TRA IL MINISTRO DELLE FINANZE GRECO E L'OMOLOGO TEDESCO
MARTEDI' PROSSIMO L'INCONTRO TRA IL MINISTRO DELLE FINANZE GRECO E L'OMOLOGO TEDESCO
Potrebbe esserci il prossimo martedì – su richiesta della Grecia - un incontro tra il ministro delle Finanze greco, Yanis Varoufakis e il suo omologo tedesco, Wolfgang Schaeuble. Varoufakis si troverà infatti a Berlino dall’inizio della prossima settimana. A riferirlo è il portavoce del ministro tedesco, Martin Jaeger, durante una conferenza stampa.

Intanto, da Atene fanno sapere che la Grecia “è pronta e vuole” un accordo con l’Europa, ma ha bisogno di speranza, che spera arrivi dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, afferma Varoufakis. La politica aggressiva della Merkel, con una raffica di incontri ai massimi livelli fra Berlino e Bruxelles, sfociata in proposte più “soft” per sbloccare l’impasse in Grecia, per il momento fa flop. Atene ha infatti rifiutato l’offerta dei creditori, decidendo di rinviare il pagamento dovuto venerdì al Fmi e gettando di nuovo nell’incertezza il negoziato.

“Le proposte presentate dai creditori aumenterebbero la povertà e la disoccupazione”, mentre serve una “immediata convergenza verso proposte più realistiche”, si legge in una nota del ministero delle Finanze ellenico. Una doccia fredda quindi per la trattativa, che era stata rilanciata anche da Washington, che temeva un Grexit e l’impatto che potrebbe avere sull’economia mondiale. A provocare il “rifiuto” ufficiale della proposta europea non sarebbero state solo divergenze con l’Fmi, Ue e Bce, ma anche quelle interne: una fronda crescente di Syriza alza la voce, e il vicepresidente del parlamento greco, Alexis Mitropoulos ha dichiarato che elezioni anticipate sembrano ormai inevitabili, dopo che a Bruxelles hanno prevalso “opinioni estreme”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani
Esplosione in un impianto di stoccaggio di gas in Austria
AUSTRIA

Esplosione in un impianto di gas: 1 morto

Almeno 60 persone sono rimaste ferite
Medico in corsia (repertorio)
SCIOPERO DEI MEDICI

A rischio 40 mila interventi chirurgici

Incrociano le braccia in 134 mila. Lorenzin: "Sono al loro fianco"
La bandiera del Puerto Rico
I LEADER RELIGIOSI DEL PUERTO RICO

"Stop all'aumento delle tasse o la ripresa sarà impossibile"

Cattolici ed evangelici in una lettera al Congresso Usa: "Non siamo cittadini di serie b"
Catalani al voto (repertorio)
CATALOGNA

Sondaggi incerti: sul voto peserà il dato dell'affluenza

Si recherà alle urne l'82% dei cittadini e questo potrebbe spostare gli equilibri
Telefono in auto

Il rischio del telefono

Le norme draconiane annunciate per combattere l'uso del cellulare in auto, non si faranno perché la...