MARTEDÌ 05 MAGGIO 2015, 13:52, IN TERRIS

MARINE LE PEN CACCIA IL PADRE DAL PARTITO, LUI LA RIPUDIA

Lo storico fondatore del Front National dice di provare vergogna di portare lo stesso cognome della figlia

AUTORE OSPITE
MARINE LE PEN CACCIA IL PADRE DAL PARTITO, LUI LA RIPUDIA
MARINE LE PEN CACCIA IL PADRE DAL PARTITO, LUI LA RIPUDIA
Ormai è rottura definitiva fra Marine Le Pen e il padre, Jean-Marie, fondatore del Front National. Dopo che i vertici del partito hanno sospeso l'anziano leader e gli hanno ritirato la tessera, lui ha ripudiato la figlia con un secco: "Non voglio che porti il mio nome". Da scontro politico si passa a una faida familiare. Tutto è iniziato con Marine, adesso alla guida del Front National, che ha estromesso il padre vietandogli di parlare a nome del movimento, seguita poi dallo sospensione e la ritira della tessera.

"In particolare - hanno sottolineato i leader del partito - il FN disapprova le opinioni espresse sulle colonne del giornale anti-Fn (che è ancora più di destra) Rivarol, contrarie ai suoi valori politici e di statuto". Le Pen padre, intervistato dal giornale, aveva rivalutato il maresciallo Petain, capo della Fracia, che collaborò con i nazisti. Questo a pochi giorni dall'ennesima polemica sulle camere a gas, definite ancora "un dettaglio" della Storia dal fondatore del partito.

L'ufficio politico ha ribadito la totale fiducia in Marine, che ieri aveva auspicato esattamente quello che oggi si è verificato, ovvero l'estromissione del padre dalla vita del partito, che ora prende le distanze dal fondatore per decenni incontrastato. Il combattivo Jean-Marie non si smentisce, infatti non si è presentato davanti all'organismo che avrebbe dovuto sanzionarlo nel pomeriggio, ha ribadito che "certamente" non abbandonerà la vita politica anche se parlerà per sé e non più per il FN.

Quanto alla figlia, prima ha detto che continuerà a sostenerla, poi - ripensandoci - l'ha "ripudiata", accusandola di essersi macchiata di un "crimine": "Mi vergogno che la presidente del Front National porti il mio nome". Ironico, l'ha invitata a "fare campagna" sotto il nome di Marine Aliot (sposando il suo compagno, dirigente del FN) o addirittura convolando a nozze con Florian Philippot (l'ideologo moderato, vicepresidente e dichiaratamente gay).
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
INDONESIA

Sisma di 6.5 a Giava: morti e crolli

L'epicentro a 92 km dalla superficie: panico e gente in strada. Non è ancora chiara l'entità dei danni
No Tav da Eataly - © Il Giornale
MILANO

Assalto No Tav contro Eataly

50 attivisti spintonano i camerieri e urlano: "Studiare e lavorare è un ricatto"
La Suprema Corte australiana
AUSTRALIA

Rapporto sulla pedofilia, "una tragedia nazionale"

Presentate 409 raccomandazioni tra cui quella di rivedere il segreto della confessione e il celibato dei preti
Joe Biden
AUDIZIONI AL COPASIR

"Nessuna ingerenza russa": 007 italiani smentiscono Biden

L'ex vicepresidente Usa parlava di interferenze nella campagna per il referendum costituzionale
Assemblea regionale siciliana
PRESIDENZIALI ARS

Deficit di un voto, Micciché sfiora la nomina

Doppia fumata nera: rinviata a domani l'elezione del presidente dell'Assemblea siciliana
Calcio, Italia vs Spagna
MONDIALI RUSSIA 2018

Fuori la Spagna, dentro l'Italia

Per la Fifa le ingerenze del governo spagnolo possono essere sanzionate con l'esclusione della Roja dalla fase finale del...
Shopping natalizio per le vie di Milano
NATALE | COLDIRETTI

Il 39% degli italiani spenderà la tredicesima in regali

Ogni famiglia spenderà in media 528 euro tra cibo, viaggi e divertimento
Turista al Colosseo
MIBACT

Al via Passeggiate Fotografiche Romane

Dal 15 al 17 dicembre lungo 5 percorsi capitolini