VENERDÌ 25 NOVEMBRE 2016, 001:00, IN TERRIS

Maltempo in Australia: quattro morti per "asma da tempesta"

L'alto livello di pollini nell'aria - aumento causato dalle intemperie - ha provocato asma, febbre e problemi respiratori ad almeno 8.500 persone

AUTORE OSPITE
Maltempo in Australia: quattro morti per
Maltempo in Australia: quattro morti per "asma da tempesta"
Sono quattro le persone - di età compresa tra i 18 e i 35 anni - decedute in Australia per un attacco di "asma da tempesta". Inoltre altre tre sono in pericolo di vita come riferito dalle autorità locali. A causa delle cattive condizioni meteorologiche che in questi giorni hanno colpito il Paese, si è moltiplicato il quantitativo di pollini nell'aria. Ciò ha causato asma, febbre e problemi respiratori ad almeno 8.500 persone che hanno letteralmente preso d'assalto i vari pronto soccorso degli ospedali locali.

Il ministro della salute dello stato di Victoria, Jill Hennessy, ha descritto la situazione come uno scenario di guerra ed ha raccontato che nel momento del picco è stata registrata una chiamata ogni quattro secondi. "Quando la gente ha chiamato per chiedere un'ambulanza - ha spiegato il ministro della salute - è stato come se 150 bombe fossero esplose davanti ad una fermata della metropolitana di Melbourne". "Si tratta di un'emergenza senza precedenti - ha sottolineato ancora Hennessy -. Delle 8.500 persone persone che si sono presentate in Pronto Soccorso, quelli con dolori cardiaci e al petto sono molto, molto preponderanti".

Il fenomeno insolito di "asma da tempesta" è noto solo in Australia, dove si è verificato diverse volte, ha spiegato il direttore della Fondazione per l'Asma di Victoria, Robin Ould. "Quando le graminacee si bagnano per la pioggia o l'umidità, il polline si divide in tanti piccole particelle che attraverso la respirazione nasale possono arrivare ai polmoni", ha sottolineato Ould.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano