MERCOLEDÌ 09 SETTEMBRE 2015, 19:50, IN TERRIS

MAILGATE, HILLARY CLINTON CHIEDE SCUSA PUBBLICAMENTE

Fino a questo momento la ex First Lady aveva detto di aver sbagliato, di aver sottovalutato le conseguenze ma di aver agito in modo legale, quindi di non volersi scusare

AUTORE OSPITE
MAILGATE, HILLARY CLINTON CHIEDE SCUSA PUBBLICAMENTE
MAILGATE, HILLARY CLINTON CHIEDE SCUSA PUBBLICAMENTE
Ci sono voluti mesi di polemiche e un'inchiesta, ma alla fine Hillary Clinton ha deciso ci riconoscere il suo errore. "Chiedo scusa". Una frase storica quella pronunciata ieri dall'ex segretario di Stato nel corso di una intervista ad Abc. Proprio lunedì nel corso di un altro intervento aveva detto di non voler chiedere scusa. Poi la svolta: "È stato un errore e mi prendo le responsabilità", ha dichiarato.

Nel frattempo, l'Fbi sta proseguendo le indagini per cercare di capire se l'uso di un account privato, da parte della candidata alle presidenziali 2016, abbia causato rischi al governo americano o abbia provocato una possibile diffusione di informazioni segrete. Gli agenti della Federal Bureau stanno anche controllando il server della casa dei Clinton a New York.

Fino a questo momento la ex First Lady aveva detto di aver sbagliato, di aver sottovalutato le conseguenze ma di aver agito in modo legale, quindi di non volersi scusare. Una linea nuova per la candidata, mentre i suoi consensi nei sondaggi continuano a calare: secondo un recente sondaggio del Washington Post e di Abc il 53% dei cittadini americani vedono Clinton in modo negativo. Il non gradimento è salito di 8 punti percentuali dall'inizio dell'estate. Secondo il New York Times, una linea più morbida per dare una risposta a un tema spinoso come quello delle email sarebbe allo studio da mesi e diversi suoi consiglieri le avrebbero detto di chiedere scusa in modo diretto, cosa che si era sempre rifiutata di fare.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
La chiesa di San Giorgio restaurata
PIANA DI NINIVE

Riconsacrata la chiesa di Tellskuf

Profanata e semidistrutta dall'Isis, è stata restaurata con i soldi raccolti da Acs
New York, il capolinea attaccato
ATTACCO A NEW YORK

Arriva la condanna del Bangladesh

Dacca: "Tolleranza zero con i terroristi". Ullah era giunto negli Usa nel 2011
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android
Piazza Fontana
STRAGE DI PIAZZA FONTANA| ANNIVERSARIO

Mattarella:
"Cercare la verità"

Il capo dello Stato ricorda le vittime dell'attentato che aprì la stagione degli "anni di Piombo"
La missione Apollo 11
NASA

Sono online i dialoghi delle missioni Apollo

Le storiche frasi degli astronauti si possono riascoltare grazie ad un software ideato dai ricercatori texani