GIOVEDÌ 28 MAGGIO 2015, 13:50, IN TERRIS

MACABRO RITROVAMENTO A TIKRIT: 470 CADAVERI NELLE FOSSE COMUNI

Nella città natale di Saddam Hussein sono stati rinvenuti i resti di soldati uccisi lo scorso giugno. A Palmira i jihadisti instaurano il terrore con le esecuzioni di massa

HORTENSIA HONORATI
MACABRO RITROVAMENTO A TIKRIT: 470 CADAVERI NELLE FOSSE COMUNI
MACABRO RITROVAMENTO A TIKRIT: 470 CADAVERI NELLE FOSSE COMUNI
Macabra scoperta in Iraq dove sono stati ritrovato 470 cadaveri nelle fosse comuni vicino a Tikrit, la città che nei mesi scorsi è stata il simbolo della battaglia tra lo Stato Islamico e l'esercito regolare. Lo riferisce l'emittente al Arabiya.  Nello specifico si tratterebbe dei resti dei soldati iracheni uccisi in quello che viene definito il "massacro di Speicher", una base nei pressi di Tikrit  dove lo scorso giugno l'Isis fece il suo ingresso. L'Onu e le Ong stimano che possano essere fino a 1.700 i militari uccisi sommariamente dagli uomini di al Baghdadi. La liberazione della città è avvenuta ad aprile scorso dopo una lunga e faticosa battaglia.

Non si arresta però l'avanzata dell'Isis che nonostante i bombardamenti della coalizione internazionale guidata dagli Stati Uniti ha conquistato Ramadi a 100 km circa da Baghdad e nella vicina Siria ha fatto bottino dell'antica e preziosa Palmira, patrimonio dell'Unesco. Nei territori in cui prendono il controllo i miliziano stanno attuando un regime durissimo basato principalmente sul terrore. Per ottenere questo potere puntano sulle esecuzioni di massa, come quelle che si sono consumate in Siria dove solo nell'ultimo mese sono state giustiziate 464 persone. Tra le vittime ci sarebbero 149 civili, mentre il resto sono soldati , combattenti ribelli moderati e miliziani jihadisti accusati di tradimento. Questi i dati forniti dall'Osservatorio siriano per i diritti umani, che ha aggiornato a 2.618 il numero delle persone uccise da quando, a giugno dell'anno scorso, fu proclamato il 'Califfato Islamico'.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"
La navetta Soyuz
MISSIONE VITA

Rientrata la Soyuz con a bordo Paolo Nespoli

La navetta è atterrata nella steppa del Kazakistan dopo 139 giorni nello spazio
Valeria Fedeli

La ministra

La ministra dell'Istruzione, in un'intervista al ‘Mattino’ di Napoli, ha annunciato che...
Il ministro Mohamed Taher Siala
MIGRANTI

Tripoli replica ad Amnesty: "Rapporto esagerato"

Il ministro libico degli Esteri: "L'Italia ci sta aiutando. Abusi? C'è una commissione al lavoro"
Jorge Glas
CASO ODEBRECHT

Condannato il vicepresidente dell'Ecuador

Sei anni a Jorge Glas, già sospeso dalle funzioni: avrebbe intascato 14 milioni di dollari in tangenti