MARTEDÌ 01 SETTEMBRE 2015, 19:01, IN TERRIS

LE DUE COREE SI INCONTRANO PER PIANIFICARE LE RIUNIFICAZIONI FAMILIARI

Le prime sono state fatte nel 1985, hanno la precedenza i gradi di parentela più vicini

CLAUDIA GENNARI
LE DUE COREE SI INCONTRANO PER PIANIFICARE LE RIUNIFICAZIONI FAMILIARI
LE DUE COREE SI INCONTRANO PER PIANIFICARE LE RIUNIFICAZIONI FAMILIARI
I governi delle due Coree si sono accordati per riprendere i colloqui preliminare sul tema delle riunificazioni familiari, in stallo dal febbraio 2014. I funzionari della Croce Rossa di entrambi i lati si vedranno il prossimo 7 settembre nel “villaggio della pace” di Panmunjon, sede tradizionale degli incontri tra i due governi. La Casa Blu – sede del governo di Seoul – ha comunque avvertito la popolazione che l’incontro non aprirà a nessuna decisione definitiva. Un funzionario anonimo, che ha incontrato alcuni rappresentanti dei media sudcoreani, spiega: “Il Nord sa benissimo che su questo tema siamo disponibili a ogni confronto. Ma già in passato ha cambiato idea all’ultimo minuto. Per ora limitiamoci a monitorare da vicino la situazione”.

Le riunificazioni familiari sono iniziate per la prima volta nel 1985. Rappresentano un “gesto di buona volontà” da parte dei governi di Seoul e Pyongyang, che tuttavia non sono mai riusciti a renderle istituzionali. Per partecipare, i cittadini che possono dimostrare di avere un parente ancora in vita dall’altra parte del confine, si registrano presso il ministero sudcoreano dell’Unificazione: all’inizio erano 130mila, oggi ne restano in vita poco più di 70mila.

Da questa macro-lista, il governo di Seoul prepara diverse liste per ordine di anzianità e per grado di parentela: la precedenza viene data a chi è più anziano – ma può comunque sopportare i disagi fisici e mentali che queste riunificazioni comportano – e a chi ha parenti prossimi come figli o fratelli e sorelle. Dati questi criteri si arriva a una lista di circa mille nomi, e il ministero affida a un computer nel corso di una lotteria trasmessa in televisione la scelta casuale dei nomi che verranno inclusi nelle riunificazioni.

A questo si aggiungono una serie di “riserve”, che subentrano in caso di impreviste marce indietro dell’ultimo momento: chi partecipa viene poi escluso dalle liste. Sconosciuti invece i metodi di selezione applicati da Pyonyang e le statistiche sui familiari dalla parte Nord. Gli incontri sono sempre molto emotivi e vengono seguiti da tutta la nazione. Essi fanno parte di un pacchetto di sei azioni congiunte che Pyongyang e Seul affermano di voler portare avanti: fra queste vi è la ripresa del turismo sul monte Keumgang, nel Nord, e un maggiore interscambio economico e commerciale.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
La chiesa di San Giorgio restaurata
PIANA DI NINIVE

Riconsacrata la chiesa di Tellskuf

Profanata e semidistrutta dall'Isis, è stata restaurata con i soldi raccolti da Acs
New York, il capolinea attaccato
ATTACCO A NEW YORK

Arriva la condanna del Bangladesh

Dacca: "Tolleranza zero con i terroristi". Ullah era giunto negli Usa nel 2011
La Bibbia su smartphone
GERMANIA

In un'App la nuova traduzione della Bibbia

La versione in tedesco della Sacra Scrittura è gratuita per iOs e Android