VENERDÌ 09 NOVEMBRE 2018, 11:14, IN TERRIS


ATTACCO A MELBOURNE

Le autorità: "Atto terroristico"

L'assalitore è stato abbattuto dalla polizia. Una vittima, l'Isis rivendica

MILENA CASTIGLI
La polizia australiana
La polizia australiana
E'

morto in ospedale l'uomo che ha aggredito oggi a coltellate tre passanti a Melbourne (Australia) vicino alla centralissima Bourke Street, uccidendone uno e ferendo gli altri due: lo ha reso noto la polizia. Le utorità australiane parlo apertamente di atto terroristico: sull'auto dell'uomo - un pick up a cui ha dato fuoco prima di aggredire i passanti con un coltello - sono state trovate bombole di gas.


L'attacco

Tutto è iniziato nel primo pomeriggio, alle 16.20 ora locale (le 6.20 del mattino in Italia) quando una serie di esplosioni sono state udite vicino a Bourke Street in un'area commerciale che ospita anche numerosi uffici. L'autore dell'attacco ha lanciato il suo pick up contro un centro commerciale prima di scendere dal veicolo, dargli fuoco e iniziare a colpire a caso i passanti, uccidendone uno e ferendone altri due.


Attentatore

Autore dell'attentato un uomo di origini somale già noto all'antiterrorismo australiano.  Aveva alle spalle accuse minori per droga, furto e guida pericolosa ed era arrivato in Australia dalla Somalia negli anni '90, stabilendosi nei sobborghi a nord-ovest di Melbourne. "C'e' ancora molto lavoro da fare", ha fatto sapere il capo della polizia, Graham Ashton, sottolineando che l'attacco viene indagato come terrorismo. All'interno dell'auto dell'aggressore sono state trovate anche bombole di gas, su cui stanno indagando gli inquirenti. La rivendicazione dell'Isis non si è fatta attendere: "L'autore dell'attacco a Melbourne è uno dei combattenti dello Stato islamico e ha compiuto l'attacco rispondendo all'appello di colpire dei sostenitori dell'alleanza occidentale", ha fatto sapere l'agenzia Amaq, organo di propaganda del Califfato.

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Malpensa
MILANO

Scappa dall'aereo prima del rimpatrio, caos a Malpensa

Un egiziano di 30 anni ha fatto perdere le sue tracce: era arrivato in Italia senza documenti e stava per essere rispedito...
L'ambasciata Onu a Gaza
GAZA

Tre carabinieri rifugiati nel consolato Onu

I militari sono sospettati di appartenere alle forze speciali israeliane. Stallo sciolto nella notte
Bandiere brtianniche ed europee fuori dai Comuni
BREXIT

I Comuni bocciano il piano May

Accordo con l'Ue stroncato: 432 no, 202 sì. La premier resiste: "Non mi dimetto". Ma Corbyn chiede la...
Auto in fiamme nei pressi del Dusit di Nairobi
KENYA

Nairobi, ancora incerto il numero delle vittime

Si temo almeno 14 morti in un attacco al Dusit, operazioni dell'antiterrorismo ancora in corso. Al-Shabab rivendica
Aleksandar Vucic
EX JUGOSLAVIA

Dialogo col Kosovo: Vucic detta le condizioni

Il premier serbo: "Via i dazi sul nostro import". Pressing americano su Pristina
Petr Cech
PREMIER LEAGUE

Cech ai saluti, 15 anni da leggenda

Il portiere ceco annuncia il ritiro a fine stagione. Una carriera sempre al top, nonostante il gravissimo infortunio