DOMENICA 07 GIUGNO 2015, 15:36, IN TERRIS

LA TURCHIA ALLE URNE, ERDOGAN CERCA LA MAGGIORANZA ASSOLUTA

Per la prima volta il presidente non è sicuro di riuscire a formare un governo monocolore

MILENA CASTIGLI
LA TURCHIA ALLE URNE, ERDOGAN CERCA LA MAGGIORANZA ASSOLUTA
LA TURCHIA ALLE URNE, ERDOGAN CERCA LA MAGGIORANZA ASSOLUTA
Oggi 53 milioni di cittadini turchi sono chiamati a votare per un nuovo assetto politico del Paese o in senso islamista , come vorrebbe l’attuale Presidente Recep Tayyip Erdogan , o verso una maggiore laicità e un possibile ingresso nella Comunità europea. Se gli elettori dovessero riconfermare il partito attualmente al potere, l’Akp, Erdogan avrebbe i numeri per cambiare la Costituzione e creare un sistema super-presidenziale che, di fatto, metterebbe nelle sue mani molti poteri. Dalla rivolta di Gezi Park di 2 anni fa – una delle famose “primavere arabe” – il Presidente turco ha infatti imposto una stretta autoritaria e oggi chiede conferma agli elettori del suo operato. L’Akp necessiterebbe di una maggioranza di 2 terzi dei voti per poter proseguire nel programma di ispirazione islamica, ma secondo i sondaggi è in calo.

Per l'esito finale sarà decisivo il risultato del partito curdo Hdp di Demirtas, da giorni bersaglio di decine di attacchi intimidatori: se dovesse superare lo sbarramento del 10%, entrando in Parlamento, gli islamici non avrebbero i due terzi e perderebbero così la maggioranza assoluta di cui godono dal 2002. Ipotesi che aprirebbe la strada a un'alleanza di governo fra i tre partiti laici d'opposizione che parlano apertamente di "dittatura islamica" e accusano Erdogan di censurare web e media. Quanto alle altre formazioni presenti in Parlamento, il partito repubblicano del popolo Chp, kemalista orientato a sinistra, risulta tra il 23 e il 30%, mentre il partito di azione nazionalista (Mhp, estrema destra) tra il 14-18%.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L’albero di Natale Prosecco Doc a Venezia
FEDERALBERGHI

Tra Natale e Capodanno 15 milioni di italiani in viaggio

Il giro d’affari complessivo sarà di 9,9 miliardi di euro
L'incontro con Uspi e Fisc
INCONTRO CON USPI E FISC

"Non cadete nei peccati della comunicazione"

Il Papa ha ricordato che la piccola editoria difende dai "polveroni mediatici"
Il Papa incontra Acr
AZIONE CATTOLICA RAGAZZI

Il Papa: "Fissate l'obiettivo sulle periferie"

Udienza del Pontefice ad Acr: "Siate buoni fotografi della realtà che vi circonda"
Una partecipante al corteo pro migranti a Roma
ROMA

Corteo pro migranti: "Diritti senza confine"

Gli organizzatori: "Oltre 15 mila partecipanti"
Il cardinale Camillo Ruini
BIOTESTAMENTO

Card. Ruini: “Così si apre all’eutanasia”

Il porporato intervistato su Repubblica
I coniugi Sherman
TORONTO

Trovato morto il "re" del farmaco generico

Le condoglianze del premier Trudeau