VENERDÌ 05 GIUGNO 2015, 10:53, IN TERRIS

LA GRECIA RIFIUTA IL PIANO CREDITORI, TSIPRAS: "PAGHEREMO LA RATA AL FMI, MA NON OGGI"

Il governo ellenico ha optato per un unico pagamento a fine giugno, accorpando le quattro tranche per 1,5

AUTORE OSPITE
LA GRECIA RIFIUTA IL PIANO CREDITORI, TSIPRAS:
LA GRECIA RIFIUTA IL PIANO CREDITORI, TSIPRAS: "PAGHEREMO LA RATA AL FMI, MA NON OGGI"
Ancora un dietrofornt della Grecia che ha deciso di rifiutare il piano proposto dai creditori e di non versare al Fondo Monetario Internazionale la rata in scadenza oggi di 300 milioni di euro ed ha preferito ripiegare su un unico pagamento di 1,5 miliardi che accorpa le quattro tranche che verranno saldate a fine mese. Inoltre il ministro delle finanze ellenico ha chiesto ai creditori di sottoporre proposte "più realistiche" di quelle presentate ieri a Bruxelles al premier Alexis Tsipras.

Tagli alle pensioni, aumento dell'Iva e riforma del mercato del lavoro sono ipotesi di riforme che il leader di Syriza ha definito delle "linee rosse" e che - secondo fonti non confermate ufficialmente - avrebbero creato malumori all'interno dello stesso partito.

La proposta comune di Ue e Fmi avrebbe richiesto un taglio della spesa per le pensioni pari all'1% del Pil, ma che avrebbe portato all'eliminazione del cosiddetto "Ekas", ossi un'agevolazione per i pensionati più poveri. Solo questa riforma avrebbe permesso al governo greco di risparmiare 800 milioni di euro solo nel 2016. Gli altri tagli proposti dalla - ormai ex - Troika porterebbero all'interruzione dei sussidi per i carburanti e ad un aumento dei contributi dei cittadini alla spesa sanitaria. Per quello che riguarda l'Iva, il piano proposto dai creditori a Tsipras prevederebbe un aumento dell'11% dell'imposta sui farmaci, mentre per altri beni salirebbe al 22%.

Distanze, tra Istituzioni europee e Fmi da un lato e Grecia dall'altro, che potrebbero essere superate nell'incontro tra Tsipras e Juncker che si dovrebbe tenere oggi. La prossima scadenza per il pagamento della rata - in caso si raggiunga un accordo - potrebbe essere quella del 14 giugno. Ad Atene potrebbero essere così destinati 10,9 miliardi del Fondo europeo Salva Stati Efsf.

 
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
Spelacchio
NATALE A ROMA

"Spelacchio", l'albero più sbeffeggiato sui social

L'abete di Piazza Venezia è considerato uno dei peggiori che Roma Capitale abbia mai avuto
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti