MERCOLEDÌ 08 APRILE 2015, 000:16, IN TERRIS

LA GRECIA CHIEDE IL CONTO ALLA GERMANIA: 278 MILIARDI COME DANNI DI GUERRA

Per la Merkel la questione dei risarcimenti è “politicamente e legalmente risolta” dagli anni '60

MILENA CASTIGLI
LA GRECIA CHIEDE IL CONTO ALLA GERMANIA: 278 MILIARDI COME DANNI DI GUERRA
LA GRECIA CHIEDE IL CONTO ALLA GERMANIA: 278 MILIARDI COME DANNI DI GUERRA
Tra Grecia e Germania torna la polemica sulla tormentata questione dei danni di guerra perpetrati dai nazisti nel corso della Seconda Guerra mondiale. Il viceministro delle Finanze greco, Dimitris Mardas, ha presentato martedì al parlamento ellenico una stima che si aggira intorno ai 280 miliardi di euro. “Secondo i nostri calcoli - ha spiegato il viceministro - il debito collegato alle riparazioni di guerra è di 278,7 miliardi di euro, compresi 10,3 miliardi per il cosiddetto prestito forzato” fatto ai nazisti. Mardas ha anche spiegato che i dati sono stati forniti dalla ragioneria generale dello Stato.

La disputa era sorta il mese scorso quando il ministro della Giustizia greco, Haralambous Athanasiou, si era dichiarato pronto a dare esecuzione ad una sentenza – vecchia di 15 anni - della Corte Suprema che autorizzava il sequestro di asset tedeschi in Grecia per ripagare le atrocità subite dal 1939 al 1945. Una richiesta di danni che, però, il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, quando andò in visita ad Atene qualche mese fa, bocciò senza appello ricordando che la questione era ormai da considerarsi chiusa in base a degli accordi precedentemente firmati da entrambi i governi.

La richiesta di un risarcimento a 70 anni dalla conclusione del secondo conflitto mondiale viene letta da alcuni analisti come un tentativo di rivalsa, da parte della Grecia, per le dure politiche di austerità che Berlino avrebbe imposto al Paese ellenico in cambio degli aiuti stanziati negli ultimi anni, pari a 240 miliardi di euro. Da parte tedesca, la cancelliera Angela Merkel considera la questione dei risarcimenti ormai “politicamente e legalmente risolta”.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano