MARTEDÌ 19 LUGLIO 2016, 10:29, IN TERRIS

LA COREA DEL NORD TESTA 3 MISSILI BALISTICI E SI PREPARA AL QUINTO TEST NUCLEARE

Sarebbero due esemplari tattici di tipo Scud più un terzo di tipo Rodong a gittata massima più che doppia

DANIELE VICE
LA COREA DEL NORD TESTA 3 MISSILI BALISTICI E SI PREPARA AL QUINTO TEST NUCLEARE
LA COREA DEL NORD TESTA 3 MISSILI BALISTICI E SI PREPARA AL QUINTO TEST NUCLEARE
Nuova prova di forza da parte del regime dei Kim. La Corea del Nord ha lanciato oggi tre missili verso il Mar del Giappone e, secondo rilevazioni di intelligence, si appresta a effettuare un nuovo test nucleare presso il sito di Punggye-Ri. A riferire l’accaduto è stata l'agenzia di stampa sudcoreana Yonhap precisando che i missili sono stati lanciati a partire dalla zona settentrionale del territorio nordcoreano in direzione del Mar del Giappone. Il gesto viene considerato un atto di sfida e di risposta alla decisione di Washington e Seul di installare il sistema Thaad (Terminal High Altitude Area Defense; in italiano: Difesa d'area terminale ad alta quota) in Corea del Sud. Il Thaad è un sistema antimissile dell'esercito statunitense creato per colpire missili balistici a medio e corto raggio.

I tre missili nordcoreani sono stati lanciati all'alba di oggi dalla provincia di North Hwanghae a partire dalle 5:45 e fino alle 6:40 (22:45 - 23:40 di ieri in Italia), coprendo una distanza di 500-600 chilometri prima di cadere nelle acque del mar del Giappone. Secondo fonti militari americane, sarebbero due esemplari tattici di tipo Scud, più un terzo di tipo Rodong a gittata massima più che doppia, in grado di coprire fino a 1.300 km.

Pyongyang si oppone alle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell'Onu e alle nuove misure sanzionatorie americane che hanno inserito lo stesso leader Kim Jong Un in una “blacklist” a causa delle violazioni dei diritti umani sotto il suo regime. Di contro, l’imminente arrivo nella penisola dello scudo missilistico americano (definito da Pyongyang “una dichiarazione di guerra”) ha fatto infuriare anche la vicina Cina, che vi intravede una minaccia alla sua sicurezza nazionale. Usa e Corea del Sud hanno giustificato l'iniziativa con la necessità di parare l'accresciuta minaccia missilistica e nucleare del Nord che sta preparando il suo quinto test atomico a soli 7 mesi di distanza dall’ultimo effettuato.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Robinho
VIOLENZA SESSUALE

Robinho condannato a nove anni

L'attaccante dell'Atletico Mineiro, ex Milan, avrebbe praticato una violenza di gruppo nel 2013
Una foto d'archivio di Pietro Orlandi con il manifesto che ricorda la sorella Emanuela
GIALLO IRRISOLTO

Caso Orlandi, presentata denuncia in Vaticano

L'avvocato Sgrò: "Emersi nuovi dati, speriamo che la Gendarmeria indaghi"
Il premier Gentiloni e il ministro dell'Economia Padoan
ETÀ PENSIONABILE

Nel 2019, stop all'aumento a 67 anni per 14.600

Presentato l'emendamento del Governo: aumentano a 15 i lavori gravosi
TRAGEDIA DEL RIGOPIANO

Altre 23 informazioni di garanzia per il disastro

A spedirle la Procura di Pescara: la valanga aveva provocato 29 vittime
Papa Francesco riceve in udienze le famiglie francescane in Vaticano
VATICANO

La peggiore delle mondanità secondo Bergoglio

Il Pontefice riceve in udienza il Primo e Terz’Ordine regolare francescano
Monsignor Lorenzo Leuzzi
VESCOVI

Monsignor Leuzzi trasferito a Teramo

Nominati ausiliari a Roma don Paolo Ricciardi e padre Daniele Libanori
Le macerie di Ghouta
SIRIA

Allarme dell'Onu: "A Ghouta mancano i farmaci"

Nella cittadina in 4 giorni sono state uccise 84 persone, mentre 659 sono rimaste ferite
Papa Francesco celebra la Santa Messa nella Domus Santa Marta, in Vaticano Photo © L’Osservatore Romano
VATICANO | SANTA MARTA

"La dittatura ideologica distrugge la memoria dei popoli"

Papa Francesco mette in guardia dalle colonizzazioni culturali del nostro tempo