GIOVEDÌ 21 LUGLIO 2016, 18:30, IN TERRIS

LA BCE LASCIA I TASSI INVARIATI. DRAGHI: "PARACADUTE PUBBLICO SOLO IN CASI ECCEZIONALI"

Per il numero uno dell'Eurotower ha sottolineato come i crediti deteriorati siano un problema per "la futura redditività delle banche e la loro capacità di fare prestiti"

REDAZIONE
LA BCE LASCIA I TASSI INVARIATI. DRAGHI:
LA BCE LASCIA I TASSI INVARIATI. DRAGHI: "PARACADUTE PUBBLICO SOLO IN CASI ECCEZIONALI"
La Banca centrale europea ha lasciato invariati i tassi: i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati, rispettivamente allo 0,00%, allo 0,25% e al -0,40%. Il Consiglio direttivo della Bce "continua ad attendersi che i tassi di interesse di riferimento si mantengano su un livello pari o inferiore a quello attuale per un prolungato periodo di tempo e ben oltre l'orizzonte degli acquisti netti di attività".

E' quanto si legge nel comunicato emesso al termine della riunione odierna. Dall'Eurotower è inoltre stata confermata l'intenzione di condurre gli acquisti mensili di attività per 80 miliardi di euro sino alla fine di marzo 2017, o anche oltre se necessario "e in ogni caso finché non riscontrerà un aggiustamento durevole dell'evoluzione dei prezzi, coerente con il proprio obiettivo di inflazione".

"E' necessario affrontare la questione dei crediti deteriorati in Europa - ha dichiarato Mario Draghi, numero della BAnca centrale europea -. Il consiglio della Bce ha ribadito di essere pronto a usare tutti gli strumenti disponibili entro il suo mandato". Un paracadute pubblico per le banche (backstop) "è possibile in casi eccezionali" o quando "il mercato dei crediti deteriorati è sotto pressione" per evitare una loro svendita. Inoltre, il numero uno dell'Eurotower, al termine della conferenza stampa, ha sottolineato che i crediti deteriorati sono un problema per "la futura redditività delle banche e la loro capacità di fare prestiti". Draghi ha rilevato come i governi possano agire per far "pienamente" funzionare il mercato degli Npl anche con misure legislative.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SANITÀ

Allarme vaccini: i centri sono in tilt

Crisi dovuta alla legge sull'obbligo e all'assenza di personale. E prosegue la polemica politica
Emma Bonino
ELEZIONI

Bonino promette: "Sanatoria per gli immigrati irregolari"

La leader radicale vuole risolvere così il problema dei 500mila clandestini
Germania, scuolabus si schianta contro il muro di una casa
STOCCARDA

Scuolabus si schianta contro una casa: 47 feriti

Sei bambini sarebbero in gravi condizioni
Giuseppe Sala, sindaco di Milano ed ex amministratore di Expo
EXPO MILANO

Sala: chiesto il rinvio a giudizio per abuso di ufficio

Per l'affidamento diretto alla Mantovani spa della fornitura di 6mila alberi
Il commissario Ue agli Affari economici, Pierre Moscovici
UNIONE EUROPEA

Moscovici: "In Italia c'è rischio politico per l'Ue"

Il commissario Ue agli Affari economici: "Siamo usciti dall'era delle grandi crisi europee"
Simone Verdi e Lucas Moura
CALCIOMERCATO

Napoli: Verdi rifiuta, l'alternativa è Lucas Moura

Il Bologna punta a rinforzarsi: la società emiliana punta al ritorno di Gabbiadini
Bambino impaurito
SUSA

Bimbi maltrattati all'asilo: maestra arrestata

La denuncia partita da un'altra operatrice scolastica
Mihai Tudose
ROMANIA

Tudose apre la crisi di governo

Il premier si è dimesso dopo aver incassato la sfiducia del suo partito