GIOVEDÌ 11 GIUGNO 2015, 19:30, IN TERRIS

KOBANE, MORTO L'AMERICANO CHE COMBATTEVA AL FIANCO DEI CURDI CONTRO L'ISIS

L'uomo è morto lo scorso 3 giugno sul campo di battaglia, sui social si moltiplicano i post che lo definiscono un “martire”

AUTORE OSPITE
KOBANE, MORTO L'AMERICANO CHE COMBATTEVA AL FIANCO DEI CURDI CONTRO L'ISIS
KOBANE, MORTO L'AMERICANO CHE COMBATTEVA AL FIANCO DEI CURDI CONTRO L'ISIS
Keith Broomfield è il nome del cittadino americano che arruolatosi tra le file delle milizie curde, ha combattuto contro lo Stato Islamico nella zona di Kobane. L'uomo è morto lo scorso 3 giugno in battaglia, lo ha annunciato il comandante Idris Nassan al canale Nbc News. Prima che il suo corpo venisse consegnato alla famiglia, centinaia di curdi hanno voluto portare un ultimo saluto al compagno di guerra, sui social si moltiplicano invece i tweet e i post che lo definiscono un “martire".

Lo scorso febbraio il sito Rudaw riferiva di una grossa ondata di combattenti stranieri pronti a unirsi ai militanti curdi e ai Peshmerga inviati dal Kurdistan iracheno nella loro battaglia contro il Califfato. Il fenomeno dei cittadini partiti come volontari per contribuire a sconfiggere l'Isis è in continua espansione, su Facebook esiste la pagina “The Lions of Rojava” che promuove questo genere di iniziative raccontando le storie degli eroi occidentali al fianco dei curdi.

Tra questi, sembra ci sia anche l'attore britannico Michael Enright, che dal Kurdistan siriano ha raccontato alla Cnn di aver deciso di arruolarsi contro lo Stato Islamico dopo aver visto i video dell'uccisione del giornalista James Foley e di altri ostaggi dei jihadisti. "E' stato scioccante e mi ha reso pieno di rabbia", ha spiegato il 51enne, secondo il quale i curdi hanno il coraggio e la capacità di combattere gli uomini di al Baghdadi, ma necessitano di più aiuti da parte dell'Occidente.

Il caso però è avvolto nel mistero in quanto molti, tra cui un ex ufficiale dell'Esercito americano, Jordan Matson, che oggi si occupa di reclutare militanti anti-Isis, dichiarano che l'attore sia stato respinto da almeno quattro unità curde e che probabilmente il suo unico intento è quello di raccogliere materiale per una sceneggiatura. Il fatto però è ancora sospeso tra verità e gossip.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Incidente stradale a Lecce
OMICIDIO STRADALE

Ubriaco al volante travolge uno scooter: un morto

Il conducente della Bmw 320 è un 35enne di nazionalità bulgara
Auto travolge passanti ai Mercatini di Natale di Sondrio
AUTO CONTRO MERCATINO DI NATALE

Sondrio, il conducente è accusato di strage

Il 27enne ha agito sotto l'effetto di alcol e cannabinoidi
La Cattedrale di Londra imbiancata dalla neve
MALTEMPO

Freddo e neve gelano il Nord Europa

Fiocca anche a Milano e Torino. Disagi su tutto l'arco alpino
Matteo Renzi
VERSO IL VOTO

Renzi: "Berlusconi? Niente intese con mr Spread"

L'ex premier: "Silvio fa le stesse promesse del 1994 che non ha mai mantenuto"
DIRITTO DI REPLICA

Annullato l'arresto per il sindaco Caliandro

Il primo cittadino di Villa Castelli era stato coivolto in un'inchiesta su presunte tangenti
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo