MARTEDÌ 09 GIUGNO 2015, 001:01, IN TERRIS

KIEV DENUNCIA: "I RIBELLI HANNO 42.500 UOMINI E 556 CARRI ARMATI"

L'Ucraina torna ad accusare la Russia di partecipare al conflitto, che da parte sua smentisce

AUTORE OSPITE
KIEV DENUNCIA:
KIEV DENUNCIA: "I RIBELLI HANNO 42.500 UOMINI E 556 CARRI ARMATI"
È grave la denuncia del ministro della Difesa ucraino, Stepan Poltorak, secondo il quale c’è un “contingente congiunto delle forze armate russe e dei gruppi armati illegali” che dispone di oltre 42.500 uomini e 556 carri armati. Già la scorsa settimana il presidente Petro Poroshenko aveva richiamato l’attenzione sulla presenza di 9.000 soldati russi nel Donbass. Ma continuano le smentite da Mosca, che nega la presenza dei propri militari.

Comunque dall’inizio della tregua a febbraio sono oltre 100 soldati e 50 civili ad essere stati uccisi nel Donbass. È sempre Poltorak ad affermarlo, accusando i ribelli di aver violato più di 4.000 volte il debole cessate il fuoco sancito dagli accordi di Minsk.

Forse è proprio per questo che l’Ucraina si prepara a ricevere truppe straniere e missili balistici sul proprio territorio: una modifica alla legge è stata adottata dal Parlamento di Kiev, che prevede assistenza per l’Ucraina su sua richiesta per il mantenimento della pace e della sicurezza internazionale. Fino ad oggi, invece, la presenza di qualsiasi forza militare internazionale era possibile solo con l’adozione di una legge speciale del presidente, ora invece non sarà necessaria un’ulteriore autorizzazione legale. Praticamente il Paese è pronto ad accogliere batterie di missili tattici e forze della Nato molto consistenti, proprio nel momento in cui la situazione nel sud-est del Paese torna a crescere
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"
Dia
CAMORRA

Arrestate quattro donne nel napoletano

L'indizio nei loro confronti è di delitto di ricettazione aggravata
Donna abusata

Stupri: chi non condanna è complice

Un nuovo efferato stupro ai danni di una donna italiana. Legata con filo telefonico, è stata violentata ad Asti...
Rex Tillerson
CRISI COREANA

Tillerson apre a Pyongyang

Il segretario di Stato: "Disponibili a colloqui ma serve un periodo di tranquillità"
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
Ryanair
LA MOBILITAZIONE

Ryanair, altolà ai dipendenti: "Sanzioni se scioperate"

Lettera del capo del personale ai piloti italiani: "Attenetevi ai turni previsti"