GIOVEDÌ 06 OTTOBRE 2016, 11:15, IN TERRIS

Kenya: attacco di Al Shabaab a Mandera, 6 morti. Stranieri nel mirino

Nell'ultimo periodo il gruppo jihadista legato ad Al Qaeda è tornato a colpire con una certa frequenza

EDITH DRISCOLL
Kenya: attacco di Al Shabaab a Mandera, 6 morti. Stranieri nel mirino
Kenya: attacco di Al Shabaab a Mandera, 6 morti. Stranieri nel mirino
Sei persone sono rimaste uccise in Kenya in un attacco terroristico attribuito dalla polizia agli integralisti islamici al Shabaab: lo riporta l'emittente radiofonica Capital Fm Kenya. L'attentato è avvenuto a Mandera, una cittadina al confine con la Somalia, ha detto il capo della polizia, Joseph Boinnet.

Il bilancio poteva essere ben più pesante rispetto alle sei persone uccise se non fosse stato per il rapido intervento delle forze di sicurezza: lo ha detto il governatore della contea di Mandera, Ali Roba, secondo quanto riporta la Bbc online. L'attacco, che ha provocato anche un ferito grave, ha proseguito il governatore, è avvenuto in un cantiere pubblico, dove al momento dell'attentato c'erano altre 27 persone che sono state salvate dalle forze di sicurezza. Secondo il quotidiano Daily Nation i terroristi hanno voluto colpire persone "non del posto", presumibilmente quindi gli operai stranieri che lavoravano nel cantiere.

Nell'ultimo periodo il gruppo jihadista legato ad Al Qaeda è tornato a colpire con una certa frequenza. A settembre una serie di attentati hanno sconvolto Mogadiscio, capitale della Somalia. Nel mirino dei terroristi sono fini un ristorante e un comando dell'esercito. Il Kenya è già stato in passato un obiettivo degli Shabaab. I due casi più eclatanti sono stati gli attacchi al centro commerciale WestGate di Nairobi e all’Università di Garissa. Il gruppo somalo ha ucciso oltre 500 persone in Kenya dall’aprile 2013 in rappresaglia all’invio di truppe in Somalia per combattere il jihadismo da parte di Nairobi.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Pesante sentenza di condanna per un giovane marocchino
TORINO

Sei anni al jihadista "della porta accanto"

Marocchino condannato per terrorismo
Il procuratore Verzera
CATANIA

Anziane sorelle massacrate in casa

Uccise a coltellate. Si segue la pista della rapina
Miliziani dell'Isis
GENOVA

Istigazione al terrorismo, tunisino indagato

Sulla sua pagina Facebook foto e video inneggianti all'Isis
Senato
BIOTESTAMENTO

Si va verso l'approvazione della legge

Passano i primi articoli. Centro Studi Livatino: "Sigillo funesto a un Paese che sta scomparendo"
Un dipendente Ryanair
RYANAIR

Calenda: "Lettera indegna", il Garante: "Incostituzionale"

Il ministro: "Chi è sul mercato deve rispettare le regole". Furlan: "Compagnia arrogante"
Arte sacra, Calabria
ARTE SACRA

La Calabria della fede raccontata in un libro

Il volume raccoglie 173 santuari in altrettante schede con contenuti iconografici, bibliografici e archivistici
Il ciclista Chris Froome
CICLISMO

Chris Froome positivo al doping

Trovate tracce superiori al consentito di salbutamolo. Ad annunciarlo l'Uci
Il logo di Confindustria
CONFINDUSTRIA

"Il Pil cresce, Italia al bivio dopo il voto"

Il Centro studi rivede al rialzo le stime del 2018 ma avverte: "C'è il rischio arretramento"