MARTEDÌ 07 APRILE 2015, 17:31, IN TERRIS

KENYA, A NAIROBI E GARISSA LA MARCIA DEGLI STUDENTI CONTRO GLI SHABAAB

Il corteo che ha affollato le strade della città è arrivato fino al palazzo presidenziale dove i giovani hanno chiesto maggiore sicurezza

AUTORE OSPITE
KENYA, A NAIROBI E GARISSA LA MARCIA DEGLI STUDENTI CONTRO GLI SHABAAB
KENYA, A NAIROBI E GARISSA LA MARCIA DEGLI STUDENTI CONTRO GLI SHABAAB
Sono oltre tremila le persone che hanno marciato nelle piazze di Nairobi e di Garissa per chiedere maggiore sicurezza dopo il massacro nel Campus universitario nel quale hanno perso la vita 148 persone, per la maggior parte cristiani. Alla manifestazione hanno partecipato anche giovani musulmani uniti nella medesima protesta contro la minaccia jihadista degli affiliati di al Qaeda. Un evento che si è svolto senza il controllo della polizia che ancora oggi è alla ricerca degli uomini che hanno organizzato l'attentato.

Nel centro di Garissa sono state almeno 2500 le persone che hanno affollato le strade con striscioni e cartelli al grido di "siamo stanchi degli Shababb" così come anche a Nairobi dove il corteo ha radunato centinaia di giovani nel ricordo delle vittime dell'attacco all'ateneo: "Siamo nel dolore per la morte dei nostri compagni, abbiamo perso il sangue vibrante che avrebbe costruito il Kenya di domani" ha detto una ragazza di 21 anni che studia ingegneria nella città scossa da un'altra strage, quella del centro commerciale di Westgate. I manifestanti hanno assicurato di collaborare con le autorità per scovare gli estremisti che si nascondono nelle loro comunità, ma hanno anche espresso la loro rabbia nei confronti delle forze speciali intervenute con estremo ritardo all'assalto. Questa sera inoltre è prevista una veglia per commemorare il terzo ed ultimo giorno di lutto nazionale.

Intanto gli agenti hanno arrestato un sesto uomo che sembra essere coinvolto nella strage del 2 aprile. Lo si apprende da un documento diffuso dalla polizia in cui viene affermato che tra i sospetti ci sarebbero 6 kenyani e una persona della Tanzania. Al Tribunale è stato chiesto di prolungare di 30 giorni il fermo così da poter approfondire l'inchiesta e "definire i capi di imputazione di cui saranno accusati".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Maria Elena Boschi
BANCA ETRURIA

Boschi: "Mai mentito al Parlamento"

Presidente della Consob: "Parlai della questione con lei"
Le
F1

Niente più "ombrelline" sulla griglia di partenza

Chase Carey: "Una giusta decisione per il futuro dello sport è necessaria"
Il premier italiano, Paolo Gentiloni
MIGRANTI

Gentiloni: "Le quote obbligatorie sono il minimo sindacale”

Il Premier al termine del V4: "Serve più impegno da parte della Ue"
Polizia
ORRORE A FOGGIA

Violenta la figlia davanti alla nipotina

Arrestato il padre di 48 anni per i reati di violenza sessuale aggravata e atti persecutori
Banca Etruria
BANCA ETRURIA

Consob: "Taciute criticità ai risparmiatori"

Il vice dg della Consob Giuseppe D'Agostino in audizione alla commissione d'inchiesta sulle banche
LINKIN PARK

"One More Light Live", l'album in cui rivive Chester

Il 15 dicembre esce la nuova raccolta dedicata al cantante scomparso
Dan Johnson
KENTUCKY

Si suicida deputato accusato di stupro

Il repubblicano Dan Johnson era nell'occhio del ciclone per un presunto caso di violenza sessuale
Silvio Berlusconi
ENDORSEMENT A GENTILONI

Botta e risposta fra Lega e Berlusconi

Il Carroccio: "Non tradiremo gli elettori". La replica dell'ex Cav: "Lo prevede la Costituzione"