GIOVEDÌ 11 APRILE 2019, 14:33, IN TERRIS

WIKILEAKS

Julian Assange arrestato a Londra

Il fondatore dell'organizzazione prelevato da Scotland Yard dopo la revoca dell'asilo da parte dell'Ecuador

MATTIA DAMIANI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Julian Assange. Nel riquadro il momento dell'arresto
Julian Assange. Nel riquadro il momento dell'arresto
B

arba bianca lunga e abbigliamento casual: così è apparso Julian Assange, fondatore di WikiLeaks, al momento del suo arresto, avvenuto nell'ambasciata dell'Ecuador dopo che il governo del Paese latinoamericano ha revocato l'asilo che gli garantiva la permanenza nella sede diplomatica di Londra. Il fermo, eseguito in base al mandato spiccato nel 2012, è stato messo in atto da Scotland Yard che, dopo averlo arrestato, lo ha portato nella propria sede per l'interrogatorio. La richiesta di asilo all'Ecuador avvenne proprio sette anni fa, quando il governo guidato allora dal presidente Rafael Correa: all'epoca, su Assange vigeva una richiesta di estradizione in Svezia, dove era in piedi un'inchiesta per un'accusa di stupro. Correa ritenne fondato il timore del fondatore di WikiLeaks che, in caso l'estradizione fosse stata concessa, sarebbe stato esposto al rischio di trasferimento negli Stati Uniti dove, allo stesso tempo, era stata istituita un'inchiesta da parte del Grand Jury di Alexandria relativa alla pubblicazione di documenti segreti del governo statunitense.


L'indagine americana

Sembra che, al momento dell'arresto, Assange sia stato portato via di peso dagli agenti di Scotland Yard. In seguito, è arrivato l'annuncio del ministro dell'Interno, Sajid Javid, il quale ha confermato che "Julian Assange, 7 anni dopo essere entrato nell'ambasciata ecuadoriana, è ora sotto custodia della polizia per affrontare debitamente la giustizia del Regno Unito", ringraziando al contempo"l'ambasciata dell'Ecuador per la sua cooperazione e la polizia per la sua professionalità: nessuno è al di sopra della legge". Nessuna menzione alla possibile estradizione negli Usa anche se, al momento, la sensazione è che l'arresto possa in qualche modo entrare in relazione con l'indagine americana (il nome di WikiLeaks era emerso anche nell'ambito dell'inchiesta sul mailgate), al momento l'unica aperta anche se, dopo il fermo, la donna che lo aveva accusato di stupro ha chiesto la riapertura anche del fascicolo istituito dopo la sua denuncia.


WikiLeaks: "Violazione del diritto internazionale"

Immediata la reazione di WikiLeaks, la quale ha affermato attraverso un comunicato diffuso sul web che "l'Ecuador ha revocato illegalmente l'asilo politico concesso in precedenza a Julian Assange in violazione del diritto internazionale" e che, dietro l'arresto, si staglierebbe l'ombra della Cia e di "altri poteri". Nel tweet, WikiLeaks afferma che il fondatore "è un figlio, un padre, un fratello. Ha vinto decine di premi di giornalismo ed è stato nominato per il Nobel per la pace dal 2010. Ma attori potenti, inclusa la Cia, sono impegnati in un sforzo sofisticato per disumanizzarlo, delegittimarlo e imprigionarlo". Al fianco dell'organizzazione si è schierata anche la Russia, con il portavoce degli Esteri, Maria Zakharova, a indicare l'arresto avvenuto a Londra come "un duro colpo alla democrazia", la cui mano, afferma, "strangola la gola della libertà".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'eruzione sulla White Island in Nuova Zelanda
NUOVA ZELANDA

Eruzione sulla White Island, aperta un'inchiesta sulla morte dei turisti

La strage di turisti si è verificata a causa dell'eruzione del vulcano Whaakari
IL PUNTO

Il dibattito sulla legge di bilancio e Mes

Tempi stretti per l'approvazione della manovra. Domani voto sul fondo salva Stati
I leader al tavolo delle trattative
IL VERTICE

Zelenskij-Putin, prove di disgelo sul Donbass

I due leader si incontrano a Parigi: promesso il rilascio dei prigionieri e la smobilitazione entro marzo 2020
Un frame del video dell'opera di Banksy postato sui social
STREET ART

Il commovente murales natalizio di Banksy in un video virale

Al centro dell'opera i senzatetto soli durante le festività
Antonio Salieri e Wolfgang Amadeus Mozart (Foto di scena)
TEATRO

Amadeus, il dramma dell'uomo contro il genio

In scena al Teatro della Pergola di Firenze, dal 10 al 15 dicembre, l'opera di Peter Shaffer sotto la regia di Andrej...
Giuseppe Conte e Luigi Di Maio
POLITICA

Governo, una verifica dopo la Manovra

Il premier Conte dà l'ok a un confronto in maggioranza a gennaio: "Serve un cronoprogramma fino al 2023"
La Natività in cui la Sacra Famiglia è separata, realizzata dalla Claremont United Methodist Church in California
STATI UNITI

Il Presepe con la Sacra Famiglia in gabbia

L'iniziativa di una Chiesa metodista contro la politica migratoria di Trump
ANNIVERSARIO

40 anni dalla missione di solidarietà nel Sud est asiatico

Nel 1979 l'Italia soccorse un migliaio di profughi vietnamiti che vagavano per il mare con mezzi di fortuna in una drammatica...
LA GEOPOLITICA DELLA TECNOLOGIA

Washington-Pechino, guerra commerciale sui pc

La Cina ha ordinato la rimozione delle apparecchiature e dei software stranieri entro il 2022
Abitazioni e strutture lesionate
SISMA E RICOSTRUZIONE

Ecco perché la terra può tremare ancora

Il sismologo Saccorotti: "Il governo scelga se investire un euro nella prevenzione o spenderne sette nella...
I talebani hanno da sempre rifiutato i negoziati con il governo afghano, che reputano un sodale degli Stati Uniti - Foto © Sorin Furcoi per Al Jazeera
AFGHANISTAN

Perché i dieci soldati morti indeboliscono i negoziati di pace

L'attacco rivendicato dai talebani a due giorni dai colloqui di Doha
A LEZIONE DI UMANITÀ

Nelle 42 scuole Penny Wirton per imparare l’integrazione

Un docente per ogni alunno. Come funziona l’insegnamento gratuito della lingua italiana agli immigrati