GIOVEDÌ 20 APRILE 2017, 10:10, IN TERRIS

Israele punta il dito contro Assad: "Ha ancora tonnellate di armi chimiche"

Un alto ufficiale dell'esercito di Tel Aviv: "Difficile credere che il regime non sapesse dell'attacco". L'Opac: "Usato gas sarin"

FRANCESCO VOLPI
Israele punta il dito contro Assad:
Israele punta il dito contro Assad: "Ha ancora tonnellate di armi chimiche"
Nonostante gli accordi del 2013, il regime siriano di Bashar al Assad avrebbe ancora tonnellate di armi chimiche, per la precisione "tra una e tre". Lo ha detto un alto ufficiale dell'esercito israeliano che ha fatto il punto sui recenti sviluppi della situazione in Siria.

L'accusa


"Difficile credere - ha detto spiegando che gli Usa avvisarono Tel Aviv due ore prima del loro raid sulla base militare siriana - che Assad non sapesse dell'attacco chimico. L'uso di queste armi mostra le difficoltà nella parte di Assad". E da Parigi il ministro degli esteri Jean-Marc Ayrault ha annunciato che la Francia "ha gli elementi" che permetteranno "di dimostrare che il regime siriano ha utilizzato scientemente l'arma chimica". "E' questione di giorni, porteremo la prova", ha aggiunto il ministro, specificando che "i servizi di intelligence francese e militare" stanno conducendo un'inchiesta.

Il gas


Intanto, il direttore generale dell'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac), Ahmet Uzumcu, ha affermato da Beirut che i test effettuati nei laboratori hanno dimostrato in modo "indiscutibile" che tre vittime e sette sopravvissuti all'attacco chimico in Siria, nell'area di Khan Sheikhun lo scorso 4 aprile, "sono stati esposti al gas sarin o a simili tossine". "L'uso del sarin - ha chiosato l'alto ufficiale israeliano - indica che Assad è profondamente frustrato e anche se ha adoperato armi chimiche in passato, l'uso dei giorni scorsi ha creato un cambiamento".

Il futuro della Siria


Per quanto riguarda l'attacco Usa, il militare israeliano ha sottolineato che non è stato un punto di svolta strategico nella guerra in corso, quanto piuttosto "un sviluppo di combattimento". L'ufficiale ha poi detto di non essere a conoscenza se la Russia sapesse dell'uso delle armi chimiche o ne abbia approvato l'adozione. Quello che è certo - ha aggiunto, citato dai media - è che se due anni fa poteva esserci sulla Siria un'egemonia da parte dell'Iran, ora è la Russia ad averla. Ma questo, e il conseguente rafforzamento di Assad sulla parte occidentale del Paese non porta, a giudizio dell'ufficiale, alla conclusione che il regime di Damasco "abbia la capacità di far finire i combattimenti". "Ho molte difficoltà - ha spiegato - a immaginare un ritorno dello Stato siriano. Non vedo possibilità per Assad di riprendere il controllo della Siria anche con tutti gli aerei russi e gli 8 mila uomini di Hezbollah".
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Jana Novotna con il trofeo vinto a Wimbledon, nel 1998
TENNIS

Addio a Jana Novotna, la regina del doppio

La tennista ceca si è arresa al canrco a 49 anni. In carriera una vittoria a Wimbledon nel singolo, nel 1998
Domenica Rita Adriana Bertè (Mimì) alias Mia Martini
TRIBUTO

Mantova ricorda Mia Martini: quest'anno avrebbe compiuto 70 anni

La direzione artistica è affidata a Mimmo Cavallo
Il pianeta gassoso Giove
SISTEMA SOLARE

L'acqua terrestre viene da Giove

Ridimensionata la teoria secondo la quale proverrebbe da asteroidi e comete
L'on. Franceschini all'inaugurazione di
MOSTRA

Napoli: al via "Pompei@Madre. Materia Archeologica"

Franceschini: "Inaugurata la mostra più importante dell'anno in Italia"
CAMORRA

Napoli, blitz contro clan Lo Russo: 43 arresti

Sono accusati, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso
Matteo Renzi e Giuliano Pisapia
PD AL LAVORO

Renzi snobba gli attacchi e cerca l'asse con Pisapia

Il segretario detta la linea della "tranquillità". Fassino e Martina a colloquio con l'ex sindaco