VENERDÌ 30 GIUGNO 2017, 18:42, IN TERRIS

Israele: nessun accordo sulla legge sulle conversioni, da Netanyahu una dilazione di 6 mesi

I rappresentanti dei partiti religiosi hanno abbandonato, infuriati, il tavolo delle trattative. Gli ortodossi puntano a conservare i loro privilegi

REDAZIONE
Israele: nessun accordo sulla legge sulle conversioni, da Netanyahu una dilazione di 6 mesi
Israele: nessun accordo sulla legge sulle conversioni, da Netanyahu una dilazione di 6 mesi
Fumata grigia tendente al nero in Israele sulla legge che assicura il primato dell'ebraismo ortodosso sulle conversioni, contestata da quello riformato. Il testo sarà dilazionato per sei mesi. Lo ha annunciato Benyamin Netanyahu raggiungendo in extremis una soluzione temporanea alla crisi apertasi e che ha visto i partiti religiosi ortodossi abbandonare, per protesta, una riunione di "emergenza" indetta questa mattina dal premier sulla materia. Punto di caduta è che gli ebrei riformati chiederanno alla Corta Suprema di non pronunciarsi sul ricorso presentato contro la legge, in modo di dare tempo ad una Commissione governativa di rivederla.

Se la Corte non accetterà, allora - come hanno chiesto gli ortodossi - la legge resterà quella attuale. Ancora in alto mare il contrasto tra ebrei riformati e governo su uno spazio di preghiere al Muro del Pianto. "L'armonia del popolo ebraico - ha detto Netanyahu prima di partire per Strasburgo per l'estremo omaggio all'ex cancelliere Kohl - è importante per me come primo ministro di Israele, per me personalmente e come figlio del popolo ebraico".

La riunione con Netanyahu, come anticipato, è stata tesa e si è chiusa con l'abbandono del tavolo delle trattative da parte dei rappresentanti dei partiti religiosi "Shas" e "Torah Unita". Il primato ortodosso sulle conversioni e il contestato accordo sugli spazi di preghiera al Muro del Pianto sono fortemente osteggiati non solo dai movimenti, soprattutto Usa, dell'ebraismo liberal ma anche da parte della stessa maggioranza, compresa l'Agenzia ebraica, e dall'opposizione di centro sinistra. L'Aipac, la lobby ebraica americana, giunta in fretta e furia in Israele, ha ribadito al premier la sua netta opposizione ai provvedimenti. Netanyahu - prima di partire per Strasburgo per l'omaggio previsto all'ex cancelliere Kohl - aveva posto ai partiti la dilazione di sei mesi per la legge. Ma stesse forze politiche l'hanno respinta, lasciando la riunione e facendo aggravare la crisi in corso.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Papa Francesco incontra il clero locale nella Cattedrale di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"In Gesù le nostre piaghe sono risorte"

Testo integrale del discorso del Pontefice ai religiosi, consacrati e seminaristi nella Cattedrale di Santiago
Papa Francesco nel Carcere femminile di Santiago del Cile benedice i bambini Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"La maternità non è e non sarà mai un problema"

Il Pontefice in visita al carcere femminile di Santiago: "La sicurezza pubblica si costruisce con il lavoro"
Papa Francesco saluta le detenute del Carcere femminile di Santiago del Cile Photo © Vatican Media
PAPA IN CILE

"Siete privi di libertà non della dignità"

Testo integrale del saluto del Pontefice alle detenute del Carcere Femminile di Santiago del Cile
Milano, i Vigili del fuoco sul luogo della tragedia
TRAGEDIA SUL LAVORO

Milano, tre operai morti intossicati in fabbrica

Si aggrava il bilancio dell'intossicazione nello stabilimento metalmeccanico: gravissimo il quarto lavoratore
Kosovska Mitrovica, la scena del crimine
KOSOVO|LEADER SERBO UCCISO

Tensione alle stelle tra Belgrado e Pristina

Oliver Ivanovic assassinato a Kosovska Mitrovica. Vucic ritira la delegazione da Bruxelles
Una delle chiese assaltate in Cile
CILE

Scontri e chiese assaltate: proteste per la visita del Papa

Carabinieri aprono gli idranti contro la "Marcia dei poveri", date alle fiamme altre tre parrocchie