SABATO 08 AGOSTO 2015, 003:00, IN TERRIS

IRAQ, RIFIUTANO DI FARE SESSO CON I COMBATTENTI DELLO STATO ISLAMICO: GIUSTIZIATE 19 DONNE

Il gruppo, tenuto in ostaggio nella roccaforte dell'Isis, si è opposto alle richieste dei miliziani: immediata l'esecuzione capitale

HORTENSIA HONORATI
IRAQ, RIFIUTANO DI FARE SESSO CON I COMBATTENTI DELLO STATO ISLAMICO: GIUSTIZIATE 19 DONNE
IRAQ, RIFIUTANO DI FARE SESSO CON I COMBATTENTI DELLO STATO ISLAMICO: GIUSTIZIATE 19 DONNE
Ancora sangue a Mosul dove gli uomini del Califfato hanno giustiziato 19 donne, la più piccola di 14 anni, perché si erano opposte alla pratica della “jihad sessuale”. Il gruppo, rapito da alcuni mesi, era tenuto in ostaggio nella roccaforte dell’Isis per soddisfare i piaceri dei combattenti.

La notizia è stata diffusa da Said Mimusini, un portavoce del Partito democratico curdo iracheno della città. Quella dello Stato Islamico è una vera e propria tratta di schiave sessuali che vengono vendute o regalate ai jihadisti.

Nella maggior parte dei casi vengono rapite giovani donne, spesso anche adolescenti che appartengono alla comunità degli yazidi, un antico gruppo etnico curdo che risiede nel nord del Paese. Minore il numero, ma non per questo meno importante, delle ragazze cristiane sequestrate.

Dalle indagini diffuse dalle Nazioni Unite sulla tratta del sesso dello Stato Islamico, è emerso che le donne “vengono vendute come barili di petrolio” e possono essere acquistate da sei uomini diversi. Lo rivela un inviato dell’Onu, Zainab Bangura che spiega meglio il caso della schiave dell’Isis. Molto spesso capita che dopo essere state sfruttate, i combattenti richiedano alle famiglie delle ragazze migliaia di dollari di riscatti. In altri casi invece, finiscono in una sorta di “asta” che si tiene a Raqqa, in Siria e dove vengono vendute al miglior offerente.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'esultanza del Milan al termine del match contro il Bologna
CALCIO | SERIE A

Frenano Roma e Napoli, sorride il Milan

Giallorossi e partenopei fermati sullo 0-0 da Chievo e Fiorentina. Primo successo per Gattuso, ok Udinese e Sassuolo
Monsignor Antonio Riboldi
NAPOLI

Addio a monsignor Riboldi, protagonista della lotta alla camorra

Il vescovo emerito di Acerra (Napoli) si è spento all'età di 94 anni
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella
MATTARELLA

"Il rispetto dei diritti umani è il pilastro di una società giusta"

Il messaggio del presidente della Repubblica in occasione della Giornata mondiale per i diritti umani
Il Duomo di Milano
CONCERTO DI NATALE

Arie sacre in Duomo di Milano

In scaletta le più belle "Ave Maria" del reportorio classico
Spelacchio
NATALE A ROMA

"Spelacchio", l'albero più sbeffeggiato sui social

L'abete di Piazza Venezia è considerato uno dei peggiori che Roma Capitale abbia mai avuto
La Stazione spaziale internazionale
MICRORGANISMI IN ORBITA

Trovati batteri terrestri all'interno della Stazione Spaziale

Sono stati portati in orbita dagli astronauti