MERCOLEDÌ 03 AGOSTO 2016, 11:00, IN TERRIS

IRAQ: 20 CIVILI MORTI NEI RAID USA A MOSUL. UCCISO CAPO JIHADISTA

MILENA CASTIGLI
IRAQ: 20 CIVILI MORTI NEI RAID USA A MOSUL. UCCISO CAPO JIHADISTA
IRAQ: 20 CIVILI MORTI NEI RAID USA A MOSUL. UCCISO CAPO JIHADISTA
Almeno 20 civili sono morti o sono rimasti feriti a Mosul – roccaforte Isis in Iraq - a causa di un bombardamento dell'aeronautica militare irachena e della coalizione internazionale a guida Usa contro i jihadisti del sedicente Califfato. Secondo il leader Peshmerga, Gayaz al Suryi, nel bombardamento hanno perso la vita anche sei miliziani jihadisti. Mosul, nota anche con il nome di Ninive, è caduta in mano ai miliziani nel giugno del 2014. I jihadisti hanno provveduto nelle settimane successive ad epurare la città da tutti i cristiani (scesi dai 50.000 del 2003 ai 3.000 del 2014), costretti ad abbandonare le proprie case dopo aver perso e visto sequestrati tutti i propri beni. A 35 km dalla città si trova la diga di Mosul: costruita negli anni '80 del XX secolo, controlla l'irrigazione dell’intero Governatorato e, per tale motivo, è considerata di importanza strategica per l'intero Stato.

Tra i miliziani morti, secondo fonti curde, è perito il "responsabile degli omicidi" del Califfato nella pianura di Ninive. "In un raid aereo della coalizione internazionale contro l'Isis, è stato ucciso Abu Abdallah al Askary, responsabile della sezione omicidi della pianura di Ninive dell'organizzazione di Daesh assieme a diversi altri combattenti del gruppo terroristico", ha detto, citato dalla tv satellitare curda, Said Momozeini, responsabile media del Partito Democratico del Kurdistan iracheno. Abu Abdullah al Askari, oltre a dare ordini, eseguiva direttamente gli omicidi. Secondo Momozeini, "interveniva direttamente nell'uccisione di civili nella sua zona di competenza e negli ultimi tempi ha personalmente 'giustiziato' degli abitanti che tentavano la fuga dalle zone controllate dall'Isis".

La Missione di assistenza dell’Onu in Iraq (Unami) ha pubblicato i dati dei morti e dei feriti nel mese di luglio. In tutto, il mese scorso 759 iracheni sono rimasti uccisi e 1.207 feriti in atti di terrorismo, violenza e conflitti armati, precisando che le vittime civili sono 629, e i feriti civili 1.061. L’Unami sottolinea anche che il numero totale dei morti nel Paese da inizio anno è salito a 5.667 persone.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
L'incendio al Cameron House Hotel in Scozia
SCOZIA

Fiamme in un hotel di lusso: 2 morti

Le fiamme hanno distrutto una grande porzione della struttura turistica
Incendio in una fabbrica in India
INCIDENTI SUL LAVORO IN INDIA

Mumbai, rogo in una fabbrica di dolci: 12 morti

Il calore sprigionato dal rogo ha causato un rapido cedimento di parte della struttura
Altero Matteoli
POLITICA IN LUTTO

Morto l'ex ministro Matteoli

Fatale un incidente all'altezza di Capalbio. Cordoglio nel mondo delle istituzioni
Pier Carlo Padoan
CASO BANCHE

Padoan: "Mai autorizzati colloqui dei ministri"

Il titolare del Mef: "Sugli istituti di credito la responsabilità è di via XX Settembre"
Il premier austriaco Sebastian Kurz
AUSTRIA

Il governo Kurz giura tra le proteste

L'esecutivo sostenuto dall'ultradestra dell'Fpoe entra in carica. Manifestazioni a Vienna
Luigi Di Maio
ELEZIONI

Di Maio apre alle alleanze

Il candidato premier M5s non esclude coalizioni: "Il 40% o governiamo con chi ci sta"
Marco Orsi e Luca Dotto
NUOTO | EUROPEI

Dotto, Orsi, Sabbioni: a Copenaghen brillano le stelle azzure

L'Italia vince la classifica per nazioni del torneo continentale di vasca corta con 959 punti
Un tunisino durante le proteste del 2011
PRIMAVERE ARABE

La Tunisia celebra la "rivoluzione dei gelsomini"

Sette anni fa scoppiava la rivolta che portò alla caduta di Ben Ali
I due presunti assassini: Raffaele Rullo e Antonietta Biancaniello
OMICIDIO LA ROSA

Il presunto killer: "Non sono stato io"

La madre ha dichiarato di aver fatto tutto da sola
Jacqueline de la Baume Dürrbach, Il cartone del Guernica esposto in Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani, Roma
PICASSO

In mostra "Guernica icona di pace"

Alla Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani dal 18 dicembre al 5 gennaio 2018